Santarelli: « A rischio il trasporto degli alunni». Ecco tutti i nodi da risolvere

Martedì 28 Luglio 2020
Santarelli: « A rischio il trasporto degli alunni». Ecco tutti i nodi da risolvere

FABRIANO -  La riapertura delle scuole, dopo il Covid, ha due problemi: le classi pollaio e il trasporto pubblico a rischio. Il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli, lancia l’allarme e si rivolge alla Regione. «Palazzo Raffaello – spiega il sindaco - deve intervenire, come mi risulta stiano già facendo altrove, per consentire l’uso del trasporto scolastico senza l’obbligo del distanziamento. In caso contrario nessuno riuscirà a garantire questo servizio essenziale con conseguenti che ci faranno dimenticare quelli legati al distanziamento nelle classi. Quando dico nessuno intendo nè il trasporto gestito internamente come nel nostro comune, nè i vettori privati che offrono il servizio anche alle scuole di secondo grado».

LEGGI ANCHE:

Taglio tasse, la busta paga di luglio è più pesante per 16 milioni di lavoratori

 
Il Comune da mesi si sta incontrando per ipotizzare una soluzione, ma ad oggi non si è trovata. Secondo Santarelli «non è nemmeno una questione economica perchè il problema è legato alla disponibilità di mezzi e di autisti non in un solo Comune, ma su tutta la regione. In questa situazione – dice il sindaco - noi dovremo ridurre drasticamente il numero di utenti trasportati e non potremo dare il servizio ad esempio a chi frequenta una scuola diversa da quella del bacino di riferimento. Ci si è concentrati troppo sul problema del distanziamento all’interno delle classi, ma il vero problema è questo». Da capire, quindi, come evolverà la vicenda da qui a settembre. Quello della scuola è un problema che preoccupa tutti amministratori e famiglie. Alcuni giorni fa il sindaco Santarelli è stato delegato da Anci Marche per due incontri dove verranno affrontati i problemi legati alla riapertura delle scuole. Uno che si è tenuto ieri sera con il Garante dei Diritti, Andrea Nobili, per la questione delle classi pollaio e uno nei prossimi giorni con l’assessore regionale, Angelo Sciapichetti. «La richiesta che farò come Anci regionale – conclude - è quella di consentire alle scuole che hanno disponibilità di aule di aumentare il numero delle classi in maniera da garantire di più il distanziamento ed evitare classi numerosi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA