A 70 anni gira con un coltello in mano
terrorizza i passanti e sale su un bus

A 70 anni gira con un coltello in mano terrorizza i passanti e sale su un bus
2 Minuti di Lettura
Martedì 24 Ottobre 2017, 12:18 - Ultimo aggiornamento: 13:25

FABRIANO -  Pomeriggio movimentato domenica a piazzale Matteotti, nel quartiere Pisana di Fabriano. Un uomo di 70 anni residente in città, in evidente stato di alterazione psicofisica, si è messo a camminare con un coltello da cucina di medie dimensioni in mano. Prima ha terrorizzato i passanti alzandolo in aria con tono minaccioso, poi ha iniziato a urlare frasi sconnesse alternate a bestemmie. Diverse persone, spaventate, hanno subito contattato i poliziotti coordinati dal commissario Capo, Sandro Tommasi, che, con abilità, coraggio e tempestività si sono messi sulle tracce dell’anziano, l’hanno rintracciato, immobilizzato e poi denunciato.

Un tranquillo pomeriggio autunnale si è trasformato in panico nella popolosa zona a due passi dal centro storico. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, stava passeggiando a piazzale Matteotti con il coltello e, con molta probabilità, quando si è reso conto che stava arrivando la pattuglia, per sfuggire a possibili controlli, è salito su un autobus di linea. Personale in divisa e in borghese si è messo a ricercare l’uomo per scongiurare possibili reati più gravi. Rintracciato in pochi minuti grazie anche ai racconti dei testimoni che hanno visto tutta la scena e la sua salita sul mezzo, l’uomo è stato immobilizzato e subito disarmato del coltello da cucina che teneva saldamente in mano. L’utensile è stato sequestrato, l’anziano denunciato per porto abusivo in luogo pubblico di oggetti atti ad offendere. La polizia ha poi contattato i sanitari del 118 dell’ospedale Profili che hanno preso in cura l’anziano. Continua, così, la task force delle forze dell’ordine contro la microcriminalità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA