Si diverte a insultare i carabinieri: denunciato per oltraggio e minacce dopo lo show al parco

Si diverte a insultare i carabinieri: denunciato per oltraggio e minacce dopo lo show al parco
Si diverte a insultare i carabinieri: denunciato per oltraggio e minacce dopo lo show al parco
di Marco Antonini
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 15 Giugno 2022, 11:05

FABRIANO - Insulta i carabinieri in servizio in centro a Fabriano: denunciato per oltraggio e minaccia a pubblico ufficiale un 30enne, che si trovava all’interno dei giardini pubblici Regina Margherita, dagli uomini della Compagnia agli ordini del capitano Mirco Marcucci. Tre multe ad altrettanti fabrianesi sorpresi alla guida con valori di alcol nel sangue superiori al consentito.

Questi gli esiti dei controlli effettuati negli ultimi giorni per prevenire qualsiasi tipologia di reato e aumentare la percezione di sicurezza dei residenti soprattutto in un periodo in cui, con la ripresa degli eventi in piazza, dopo la pandemia, aumentano, nelle ore notturne, le auto in circolazioni. 

Il bilancio 

Nel dettaglio, nell’ultimo fine settimana, sono diversi gli interventi fatti. C’è una denuncia a carico di un trentenne di Fabriano per oltraggio e minaccia a pubblico ufficiale. La pattuglia in servizio si trovava al parco comunale, in perlustrazione per il consueto controllo del territorio. All’improvviso i militari hanno ricevuto parole offensive, ad alta voce, dal giovane fabrianese. I carabinieri, quindi, si sono avvicinati, hanno identificato l’uomo che, nel frattempo, continuava a proferire parole offensive nei loro confronti. Dovrà rispondere dell’accusa di oltraggio e minaccia a pubblico ufficiale. Nei giorni scorsi, poi, i controlli si sono concentrati, nelle ore serali e notturne, nelle principiali vie della città per contrastare il fenomeno della guida con valori di alcol nel sangue superiori a quanto consentito dalla legge. 
In particolare un fabrianese di 30 anni sottoposto all’alcoltest, ha riportato un valore superiore a 0.5 g/l, ma inferiore a 0.8 g/l. Per questo gli è stata ritirata la patente ed elevata una sanzione amministrativa. Due giovani neopatentati, invece, anche loro sottoposti all’alcoltest, sono stati contravvenzionati. L’etilometro ha riscontrato un valore di poco superiore a zero, (la normativa prevede il limite a zero in quanto hanno conseguito da poco tempo la patente), ma inferiore a 0.5 grammi su litro.Ad entrambi gli automobilisti è stata fatta una contravvenzione da 168 euro.
Ora i controlli verranno potenziati: previsti posti di blocco e controlli con più mezzi e uomini in divisa e in borghese. Non passa settimana, infatti, senza i risultati dei carabinieri della Compagnia. Recentemente, ad esempio, un giovane nato in Calabria e residente in città, è stato fermato mentre passeggiava in centro. Aveva 7 grammi di marijuana. La droga è stata sequestrata e il ragazzo segnalato come assuntore. 
Nel primo weekend di giugno, invece, i carabinieri hanno ritirato otto patenti: cinque automobilisti sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza, tre sono stati sanzionati. Il tutto è avvenuto sempre tra le 1 di notte e le 5 del mattino. Si tratta di automobilisti di età compresa tra i 20 e i 40 anni residenti in prevalenza fuori provincia. I denunciati avevano un alcoltest compreso tra 1 e 2 grammi su litro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA