Lacrime per l’anestesista Pellegrini: poesia e politica tra le sue passioni

Venerdì 27 Marzo 2020
Roberto Pellegrini aveva 68 anni

FABRIANO -  E’ morto ieri, a causa di una malattia, Roberto Pellegrini, storico anestesista dell’ospedale Profili, politico e tra i fondatori, negli Anni ’70, di Radio Stereo Marche. Aveva 68 anni. Segretario Udc dal 2009 al 2014, è stato anche membro del Comitato Provinciale del partito e consigliere comunale dal 2012 al 2017. In tanti, non potendo partecipare alle esequie, lo hanno ricordato su Facebook. «Roberto – dice Sandra Girolametti, segretario Udc Fabriano - è stato sempre attento alle esigenze di tutti, per tanti anni alla guida dell’Udc e capogruppo in consiglio comunale sapendo interpretare le necessità dei cittadini e praticando una politica fatta di accoglienza e mediazione più che di scontri e sterili battaglie. Ha combattuto la malattia da medico intelligente e sapiente, in ogni istante della sua vita ha saputo regalare a chi gli era accanto parole di saggezza sempre declamate in rime scherzose». A metà degli anni ‘70 fondò l’emittente libera Radio Stereo Marche.

LEGGI ANCHE:

Palaindoor non idoneo: si valutano altre soluzioni per la struttura da 100 posti di terapia intensiva. Problemi anche per l'arrivo del medical team cinese

«Il sorriso e l’umorismo di Roberto saranno difficili da dimenticare – dice Gigliola Marinelli, direttore di Radio Gold - Conservo un bellissimo ricordo di quando organizzammo, con il fratello Giorgio, una rimpatriata degli ex di Radio Stereo Marche per raccontare gli anni d’oro delle radio». Cordoglio anche dal collega Marco Ottaviani, dirigente di Dermatologia al Profili. «Simpatia, umanità e buon senso descrivono Roberto – ricorda Ottaviani - Un eclettico poeta ingegnere del fai da te: dall’agricoltura alla falegnameria, passando per la poesia. Se non ti dedicava una poesia in vernacolo, caratterizzandoti come solo un animo nobile e arguto sa fare, ci rimanevi male. Ed è per questo che non negava mai la sua penna a nessuno». Gli amici non potendo partecipare personalmente all’ultimo saluto hanno espresso la volontà di unirsi spiritualmente in preghiera ognuno nella propria abitazione nel momento in cui avverrà, nei prossimi giorni, la sepoltura. «È stato sempre un piacere trascorrere tempo con Roberto a chiacchierare» il ricordo dell’ex sindaco, Roberto Sorci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA