Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Fabriano, indagine sui calzoncini
e sui video per incastrare il rapinatore

Fabriano, indagine sui calzoncini e sui video per incastrare il rapinatore
2 Minuti di Lettura
Sabato 31 Agosto 2019, 10:29

FABRIANO - Carabinieri al lavoro per identificare il giovane autore della rapina in un negozio del quartiere Borgo di Fabriano. Al vaglio le telecamere di sicurezza installate poco lontano che potrebbero aver immortalato il rapinatore. I militari che sono intervenuti lunedì sera in via Brodolini, presso il negozio di mangimi Copral, hanno raccolto la testimonianza della donna rapinata e stanno cercando di dare un nome e un volto all’uomo scappato con 550 euro. Dalla prima ricostruzione sembrerebbe un giovane con accento del posto. La vittima, una 48enne, madre del titolare, non è mai riuscita a girarsi per vedere in volto l’uomo che, da dietro, la stava minacciando puntandole sulla schiena un oggetto a mo’ di arma mentre le intimava di consegnare tutti i soldi che aveva. 

Ha memorizzato, però, il colore dei pantaloncini, di una foggia particolare, e il modello di scarpe. I carabinieri con l’ausilio delle telecamere installate in zona, in particolar modo quelle situate nelle vicinanze di altre attività commerciali della via, stanno cercando di risalire al giovane che è fuggito a piedi e quindi potrebbe aver percorso, correndo, la strada ripresa dalle telecamere prima di salire a bordo dell’auto del complice che l’attendeva poco lontano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA