L’ex partner diventa un nemico violento. L’amore malato: il dramma di 43 donne

Mercoledì 9 Dicembre 2020 di Marco Antonini
L ex partner diventa un nemico violento. L amore malato: il dramma di 43 donne

FABRIANO - Sono 43 le donne vittime di violenza in città che hanno avuto il coraggio, protette dal totale anonimato, di rivolgersi dal 2015 al 2019 allo sportello dell’associazione Artemisia di Fabriano. E’ sicuramente significativo il rilievo del numero nettamente superiore delle italiane (67%) rispetto alle straniere (26% extracomunitarie, 7% europee) che hanno cercato sostegno e conforto. Dalle statistiche emerge come il pericolo arrivi quasi sempre del partner: 58% il marito, 22% il convivente, 15% il fidanzato e solo il 5% un altro familiare. 

 
Delle 43 donne che hanno chiesto assistenza, ben 36 hanno evidenziato di aver subito violenza psicologica, delle quali 32 abbinata a quella fisica, in crescita: in 17 casi su 43 sono state denunciate presunte azioni persecutorie in stile stalker, in 16 casi violenza di carattere economica e in 8 abusi sessuali. La fascia anagrafica delle segnalazioni ricevute riguarda per il 60% donne tra i 31 e i 50 anni di età, per il 24% le under 30 e per il 12% le over 50. L’associazione Artemisia non si è fermata neppure durante il lockdown. Le volontarie sono sempre raggiungibili al 370-3119276. La sede è in via Corridoni, 21. «Dopo lo stop causa Covid, è possibile che la Regione riattivi il progetto a cui intende aderire anche Fabriano per concretizzare il ritorno al lavoro di alcune persone messe a dura prova dalle violenze di genere con una serie di tirocini retribuiti», riferiscono dall’associazione.

Nei giorni scorsi, intanto, si è svolta l’iniziativa “Questo non è Amore”. A Fabriano si è avuto un momento di incontro e confronto tra i rappresentanti delle istituzioni: il sindaco di Fabriano, Santarelli, il coordinatore dell’Ambito 10, Pellegrini, con la Caritas diocesana e il centro Antiviolenza Artemisia rappresentato da Tecla Chiucchi. «Nel corso dell’iniziativa sono stati consegnati degli opuscoli informativi, a disposizione dell’utenza, al fine di sensibilizzare le vittime di tale drammatica realtà e la cittadinanza in genere. La sinergia è la carta vincente per combattere questo devastante fenomeno» ha detto il commissario Capo, Fabio Mazza.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA