Costretti a fare la guardia dentro casa. Affacciati dal balcone, cacciano i ladri

Sabato 28 Dicembre 2019
Costretti a fare la guardia dentro casa. Affacciati dal balcone, cacciano i ladri

FABRIANO - Ladri ancora in azione, pure nei giorni di festa. Da settimane hanno preso di mira Marischio, popolosa frazione a pochi chilometri da Fabriano, e il quartiere Borgo. Gli ultimi due tentativi, andati male, sono avvenuti la vigilia di Natale, nel tardo pomeriggio. Poco prima di cena ignoti hanno provato ad entrare in due case, una a Fabriano, in via Sassi, e una a Marischio, ma si sono dovuti arrendere perché i proprietari hanno sentito strani rumori, si sono affacciati sul balcone, hanno visto persone sospette che stavano provando a scavalcare la recinzione ed hanno iniziato ad urlare. 

LEGGI ANCHE:

Furti senza respiro, case sotto assedio: frazione sorvegliata con 4 pattuglie

Fabriano, i ladri inseguiti mettono l'auto di traverso sulla strada e fuggono a piedi


I ladri sono scappati a gambe levate e di loro si sono perse le tracce. Sono state avvertite le forze dell’ordine che, da giorni, stanno effettuando controlli mirati in tutto il comprensorio con particolare attenzione alle frazioni. Ormai a Marischio si moltiplicano le chiamate ai numeri di emergenza 112 e 113 di residenti che segnalano la presenza di persone o auto sospette tra le piccole vie del paese. Spaventano gli orari scelti di ladri. La vigilia di Natale, tra le 18 e le ore 20, nelle case illuminate, si prepara la cena ed è difficile trovare l’appartamento vuoto. Eppure chi è entrato in azione il 24 dicembre, forse gli stessi che hanno effettuato colpi tra Fabriano e Marischio alcune settimane fa, non ha paura di nulla. 

Le forze dell’ordine, intanto, hanno già potenziato i controlli con pattuglie in borghese e in divisa per le vie della frazione e non solo. Anche in via Sassi, quartiere Borgo, dove sono stati segnalati alcuni tentativi non riusciti, c’è paura. Il consiglio di polizia e carabinieri è quello di contattare in tempo reale le forze dell’ordine per segnalare persone e movimenti sospetti (magari prendendo il numero di targa), di non lasciare le chiavi sulla porta, di non comunicare in tempo reale ogni spostamento, breve o lungo che sia, tramite Facebook e di chiudere bene le persiane del piano terra quando si esce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA