Uccise il figlio di 5 anni ma non era in grado di intendere e di volere: assolto in Appello

Mercoledì 15 Gennaio 2020
Cupramontana, uccise il figlio di 5 anni ma non era in grado di intendere e di volere: assolto in Appello

CUPRAMONTANA - Uccise il figlio di 5 anni, la Corte d'Appello lo giudica incapace di intedere e di volere e lo assolve, prescrivendo però 10 anni in una Rems per malati psichiatrici perchè socialmente pericoloso

LEGGI ANCHE:
Camerano, infortunio sul lavoro nel cantiere dell'Inrca. L'operaio è morto schiacciato da un bobcat

Litigio stradale vicino alla rotatoria finisce a coltellate, un giovane di 21 anni all'ospedale

Si tratta del 27enne macedone Besart Imeri, che il 4 gennaio del 2018 a Cupramontana soffocò il figlio di 5 anni in auto, spinto, raccontò, da una forza sovrannaturale. In primo grado, col rito abbreviato, l'uomo era stato condannato a 12 anni di carcere, sentenza contro cui la difesa aveva presentato ricorso. In primo grado era stata riconosciuta la seminfermità mentale, ma in secondo grado è stata decisiva la perizia eseguita dallo psichiatra Renato Ariatti secondo cui il 27enne sarebbe stato totalmente incapace di intendere e di volere al momento del fatto. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA