Morto in vacanza, lutto cittadino
Cupramontana saluta Leonardo

Morto in vacanza, lutto cittadino Cupramontana saluta Leonardo
2 Minuti di Lettura
Sabato 28 Aprile 2018, 05:25

CUPRAMONTANA - Il paese si ferma oggi per dare l’addio a Leonardo David, lo studente 22enne della Politecnica delle Marche, morto a Budapest dove si trovava in vacanza, per le conseguenze di una caduta inciampando sui binari del tram. Il feretro, che sta facendo rientro in Italia in aereo, raggiungerà la chiesa di San Lorenzo, al centro del paese, dove alle 16,30 saranno celebrati i funerali. Tutta Cupra si stringerà con affetto e solidarietà ai genitori Rita (insegnante alla Scuola di infermieristica della Politecnica delle Marche) e Roberto (dipendente dell’ufficio Anagrafe del Comune), ai nonni Marisa, Quinto e Marisa, alla fidanzata Eva, agli zii e ai cugini. 

Un momento di dolore infinito per tutti. Per la giornata di oggi, il sindaco Luigi Cerioni ha proclamato il lutto cittadino. «Considerato che lunedì è venuto a mancare tragicamente il giovane cuprense Leonardo David - si legge nell’ordinanza firmata dal primo cittadino - evidenziato che l’intera comunità cittadina è profondamente colpita da questa drammatica notizia e partecipa al dolore dei familiari e considerato che l’amministrazione comunale intende manifestare il proprio dolore proclamando il lutto cittadino nel giorno in cui si svolgeranno i funerali, si invita i titolari di attività commerciali e produttive a esprimere la loro partecipazione mediante la sospensione delle attività durante il corteo funebre e tutti i cittadini a essere vicini al dolore delle famiglie così gravemente provate». 

Durante la cerimonia funebre sarà il parroco di San Lorenzo, don Giovanni Rossi, a dover trovare parole di fede per confortare le famiglie distrutte dal dolore di fronte a questa perdita così improvvisa, inspiegabile e umanamente inaccettabile. Non mancheranno all’ultimo saluto i compagni di squadra del Maiolati Calcio, squadra dove Leonardo militava giocando come ala sinistra. E i colleghi dell’università Politecnica di Ancona con cui condivideva il percorso in Ingegneria Biomedica. La scomparsa di questo ragazzo, così gioviale, curioso e intelligente, ben voluto da tutti, lascia un grande vuoto. Lascia tante domande, rimaste senza una risposta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA