Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cupramontana, festa dell’uva
da sballo: otto giovani finiti nei guai

Cupramontana, festa dell’uva da sballo: otto giovani finiti nei guai
2 Minuti di Lettura
Martedì 3 Ottobre 2017, 14:50
CUPRAMONTANA - Otto giovani tra i 20 e i 30 anni sono stati segnalati dai carabinieri della compagnia di Fabriano come assuntori di sostanze stupefacenti. Nel corso dei controlli alla Festa dell’uva di Cupramontana che si è conclusa domenica sera con il concerto dei Nomadi, sono stati sorpresi con modiche quantità di hashish e marjuana. Alcuni sono giovani residenti a Osimo, Jesi, San Benedetto del Tronto, nelle Marche; gli altri sono di Gualdo Tadino, in Umbria e di Alba Adriatica, in Abruzzo e hanno raggiunto la Vallesina per trascorrere alcune ore tra amici nella storica festa giunta all’ottantesima edizione. 

Sabato sera, durante il concerto di Alex Britti, tre automobilisti sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza: avevano un tasso alcolemico fino a 1,5 grammi su litro. Per i tre è stata elevata anche una sanzione amministrativa. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile hanno proceduto anche al ritiro della patente. Problemi si sono avuti, invece, sabato sera, poco lontano dal centro: un giovane, già conosciuto alle forze dell’ordine, è stato soccorso in preda a forte agitazione. Trasportato al pronto soccorso di Jesi, ha provato a ribellarsi alle cure dei medici. È rimasto in osservazione tutta la notte prima di essere dimesso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA