Armato di coltello, viola le norme anti-Covid. Senegalese denunciato dalla polizia alla stazione

Una pattuglia del Commissariato alla stazione di Senigallia
Una pattuglia del Commissariato alla stazione di Senigallia
2 Minuti di Lettura
Martedì 16 Marzo 2021, 17:36

SENIGALLIA - Nel pomeriggio, gli agenti della Squadra Volante del Commissariato di P.S. di Senigallia, impegnati negli ordinari servizi di controllo del territorio, mentre transitavano in zona Stazione FS, notavano un soggetto seduto sulle panchine ubicate presso l’antistante parcheggio

Il giovane, alla vista dei poliziotti, si alzava repentinamente dalla panchina e tentava di allontanarsi ma veniva prontamente fermato.

Raggiunto il soggetto, D.P.M. di anni 20, senegalese, gli agenti accertavano trattarsi di una persona che poco tempo addietro era già stato sottoposto a controllo e in quell’occasione risultava esser stato sanzionato poiché trovato in possesso di sostanze stupefacenti. Pertanto i poliziotti decidevano di effettuare un controllo più approfondito.

Di seguito a tale controllo, seppur non veniva rinvenuto stupefacente, gli agenti, nello zainetto in uso al giovane, trovava un coltello da cucina con manico lungo 33 cm.

Poiché il soggetto non riusciva a fornire una valida giustificazione circa il possesso di quell’arma, gli agenti provvedevano a sottoporre a sequestro penale il coltello ed il soggetto veniva  denunciato per porto abusivo di armi.

Inoltre considerato che il soggetto è residente in provincia di Pesaro ed in assenza di adeguata giustificazione, questi veniva multato secondo le attuali normative atte al contenimento del COVID 19 , applicando una sanzione amministrativa pari ad euro 400.

© RIPRODUZIONE RISERVATA