Al centro vaccinale personale senza camici, disinfettanti e cerotti. Ultimo disguido: fiale consegnate in ritardo

Venerdì 11 Giugno 2021 di Talita Frezzi
Via Zannoni, vaccini consegnati in ritardo: l'ira della gente. Ma nel centro mancano anche tante altre cose

JESI  - Vaccini in ritardo ieri, alla palestra di via Zannoni dove è in corso la campagna vaccinale. Alle 8.30 le persone in attesa della somministrazione non potevano avere la loro dose perché i flaconi non erano stati consegnati. Dopo una ventina di minuti di pazienza, le persone hanno iniziato a lamentarsi con i responsabili della vaccinazione i quali a loro volta, non sapevano cosa rispondere.

Lettera per chiudere il carcere di Camerino. Il sindaco si ribella e promette battaglia: «È inaccettabile»

 

Il disguido per fortuna si è risolto poco dopo, quando i mezzi di vigilanza privata hanno consegnato le dosi e la giornata di vaccinazione ha potuto svolgersi regolarmente. Ma non è questo l’unico problema sollevato nella mattinata, anzi. Mancano cerotti, camici e disinfettanti.

«Quando somministriamo la dose – dicono i volontari vaccinatori – dobbiamo mandare via le persone chiedendo loro di tenere premuto con un batuffolo di cotone, perché i cerotti sono esauriti. Così come i disinfettanti. Inoltre, visto che mancano anche i camici e con questo caldo non li rimpiangiamo, ciascuno viene con una “divisa” improvvisata, maglia bianca e pantalone o vestiti con i camici chirurgici. Insomma, ci vorrebbe più attenzione a questo presidio che sta facendo un grandissimo lavoro per garantire la vaccinazione di massa. Lavoriamo molto ma abbiamo bisogno dei presidi sanitari e della consegna puntuale delle dosi, soprattutto per il rispetto di chi ha prenotato e viene in orario»

Ultimo aggiornamento: 17:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA