Addio Isabella, maestra dal grande cuore stroncata dal Covid. Il ricordo dei colleghi delle scuole Mazzini e Faiani

Domenica 4 Aprile 2021
La prof Isabella Zammit, docente alle scuole Mazzini e Faiani

ANCONA - Una vita dedicata all'insegnamento e alla cura dei bambini, un esempio per quanti hanno potuto conoscerla e apprezzarla. La prof Isabella Zammit aveva 70 anni ed è un'altra vittima del Covid. Le colleghe e i colleghi delle scuole Mazzini e Faiani hanno inviato un ricordo testimoniando il dolore e il cordoglio che sono di tutta la città.

LEGGI ANCHE

Gianluca, 53 anni, padre di 4 figli, scampato al Covid dopo 140 giorni di ospedale: «Più felice di prima, vi spiego perché»

LEGGI ANCHE 

Infermiera si salva dal Covid e dà alle famiglie in difficoltà 30 buoni da 100 euro l'uno

 

«La maestra Isabella Zammit ci ha lasciato il sabato di Pasqua. Il Covid ce l’ha portata via. Esprimiamo il nostro dolore e vicinanza ai suoi cari, al marito Fabio, ai figli Simone e Lorenzo», scrivono i docenti. «La ricordiamo come collega e amica. Ha insegnato alle scuole elementari Mazzini nel tempo pieno del maestro Novelli, poi alle Faiani. Una super maestra per la cultura, la preparazione, per la dedizione al lavoro, per l’amore che metteva nel rapporto con gli alunni».


Un ricordo che coinvolge gli alunni della prof Zammit che consente di comprendere quanto sia riuscita a trasmettere valori come quello della solidarietà. «Quando la sclerosi l’ha colpita ha continuato ad insegnare con caparbietà e dignità. Ricordiamo ancora quando entrava in classe con incedere lento e i bambini che facevano a gara per aiutarla. Quando poi non è più stato possibile per lei insegnare in classe, ha continuato a lavorare prima come supporto ai bambini con difficoltà, con la pazienza che la caratterizzava, successivamente in ufficio con altre mansioni, diventando un punto di riferimento per le colleghe e i colleghi». 

C'è poi, non secondario, l'aspetto sociale dell'impegno della prof Zammit. «Nonostante le dure prove della vita, non aveva perso l’innata tenerezza e gentilezza. Due anni fa ha avuto modo di esprimere il suo forte senso civico, accettando di partecipare alle elezioni dei Consigli Territoriali di Partecipazione e contribuendo al programma della lista Altra Idea di Quartiere sul problema delle barriere architettoniche che ostacolano l’autonomia di tante persone, disabili, anziani, bambini».


«Grazie Isabella - è la conclusione dei colleghi della prof Zammit - , abbiamo condiviso con te anni bellissimi e l’amore per la scuola. Ti porteremo sempre nel nostro cuore».

Ultimo aggiornamento: 5 Aprile, 15:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA