Torna a lavorare dopo due mesi, ma l'autobus ha i posti contingentati per il Covid: la parrucchiera resta a piedi

Venerdì 22 Maggio 2020
Serra de' Conti, torna a lavorare dopo due mesi, ma l'autobus ha i posti contingentati per il Covid: la parrucchiera resta a piedi

SERRA DE' CONTI - È rimasta a casa per oltre due mesi, poi quando finalmente è potuta tornare a lavorare si è trovata a fare i conti con la mancanza di posti liberi sull’autobus che da Serra de' Conti conduce a Senigallia e viceversa

LEGGI ANCHE:
Coronavirus, ira di Ceriscioli contro l'osservatorio di Riccardi: ​«Noi fuori solo a fine giugno? Macchè»

Pesaro, esposto di un centinaio di famiglie contro il virologo Roberto Burioni: «Coronavirus, contraddetto dai fatti»

A raccontare la disavventura è Viviana Del Vecchio, una ragazza di 27 anni che a Senigallia svolge la sua attività da parrucchiera. «Capisco che l’azienda di trasporto Bucci ha dovuto applicare delle restrizioni in fatto di posti all’interno dei mezzi pubblici a causa del Covid 19, ma non mi sembra giusto che la gente resti a piedi».
 
Il racconto della giovane continua: «In ogni autobus fanno salire una decina di persone, i posti non bastano il che significa che in molti per tornare a casa si sono fatti venire a prendere». C’è chi ha provato a mettersi in contatto con l’azienda di trasporto, ma per il momento senza ottenere risposte. «La prevenzione alla diffusione del Coivid 19 è senza dubbio una priorità assoluta, ma la ditta Bucci - è sempre la voce di Viviana - per venire incontro alle esigenze dell’utenza può aumentare il numero delle corse. La situazione più critica riguarda proprio l’ultimo collegamento della sera quello delle 19 che parte da Senigallia alla volta di Serra dei Conti». Criticità che si sono registrate anche nel pomeriggio di ieri con numerose persone rimaste ad attendere l’autobus a Senigallia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA