Non rispettano le norme anti-Covid: assembramenti e merce toccata dai clienti, licenza sospesa e multa a 5 ambulanti

Venerdì 31 Luglio 2020 di Sabrina Marinelli
Non rispettano le norme anti-Covid: assembramenti e merce toccata dai clienti, licenza sospesa e multa a 5 ambulanti
SENIGALLIA - Sospesa la licenza a cinque bancarelle di piazza Garibaldi, per non aver rispettato le norme anti-Covid. Non appena il mercato è stato nuovamente autorizzato, dopo il lockdown, gli ambulanti insieme al Comune hanno condiviso il percorso volto a mettere in pratica tutti gli accorgimenti, necessari a contrastare il proliferare del virus sia sul versante dell’igiene che per evitare assembramenti. 


 
I richiami
In questi mesi la polizia locale, presente tutti i giovedì in piazza Garibaldi, ha effettuato i dovuti controlli ed alcuni richiami, raccomandandosi di attenersi alle disposizioni ma non tutti hanno colto la raccomandazione che poi non è stata più sufficiente. I vigili urbani sono dovuti intervenire anche nel rispetto degli altri ambulanti che, con grande rigore, osservano le regole e non era quindi giusto assecondare chi si comportava male nonostante i richiami. Le cinque bancarelle sono state sanzionate con una multa da 400 euro ciascuna (se pagata entro cinque giorni diventa di 280 euro). Inoltre la normativa prevede la sospensione della licenza e per dieci giorni non potranno lavorare. Trattandosi di un mercato settimanale hanno perso però una sola giornata di lavoro. Ieri non erano presenti i cinque sanzionati ma potranno tornare giovedì prossimo. Davanti ai banchi si erano creati assembramenti di gente che, senza alcuna precauzione, toccava la merce mentre avrebbe dovuto rispettare i percorsi di entrata e di uscita, stabiliti per accedere ai banchi. La polizia locale richiede la collaborazione di tutti anche dei cittadini che, per il loro bene, devono attenersi alle disposizioni: indossare la mascherina, aspettare il proprio turno ed igienizzare le mani. I venditori ambulanti devono mettere nelle condizioni la clientela di potersi avvicinare in sicurezza e con tutte le garanzie del caso, previste dalla normativa anticovid, e concordati alla ripresa del mercato con l’Amministrazione comunale. Cosa che i cinque sanzionati, che si sono visti sospendere la licenza, non avevano fatto. I controlli proseguiranno anche durante i prossimi mercati e soprattutto nel corso della fiera, in programma a fine agosto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA