Rubano pompa, irrigatori, verdura e persino animali: i ladri in azione a Loreto, Camerano e Castelfidardo

Martedì 28 Aprile 2020
Rubano pompa, irrigatori, verdura e persino animali: i ladri in azione a Loreto Camerano e Castelfidardo

CAMERANO  - Neanche l’emergenza Coronavirus ferma i ladri. Che rubano attrezzature, verdura e persino animali dai campi. Da Camerano a Loreto, passando per Castelfidardo, diverse sono le segnalazioni di furti andati a segno o sfumati. L’ultima denuncia arriva dalla città del Rosso Conero, dove domenica mattina una contadina si è accorta che le è stato rubato l’impianto di irrigazione a pioggia. Pompa, tubazioni ed irrigatori, acquistati ed installati con tanta fatica nel terreno attorno casa in via Bagacciano, sono spariti nel nulla nonostante le ferree limitazioni alla circolazione e i controlli attuati ogni giorno delle forze dell’ordine. 

LEGGI ANCHE:

«Ho subito due furti in poco tempo. Da 20 giorni dormo nel mio locale»

 
A chi ha «rubato l’irrigazione del nostro boschetto – si è sfogata così la donna sui social – comunico che sporgeremo denuncia ai carabinieri. Quando siete venuti a fare le vostre camminate clandestine entrando nella nostra proprietà, non vi abbiamo detto nulla capendone il bisogno. Ma noi, esseri ingrati, quella irrigazione l’abbiamo pagata, non navighiamo nell’oro, abbiamo quattro figli da sfamare e ci spezziamo la schiena tutti i giorni per avere a tavola ciò che coltiviamo».

L’accaduto ha suscitato lo sdegno e la solidarietà di svariati cameranesi che a loro volta hanno riferito di piccoli furti avvenuti nelle campagne dove sarebbero stati trafugati animali, interi raccolti di fava e altri oggetti. A Castelfidardo, la Polizia locale si è messa invece sulle tracce di un ragazzo che nei giorni scorsi è stato notato da una residente affacciata alla finestra, mentre provava invano ad aprire le portiere di almeno quattro vetture in sosta nei pressi dell’incrocio fra via IV Novembre, via Soprani e via Alighieri. 

E’ invece riuscito nel suo intento lo sconosciuto che nella notte tra il 12 e il 13 aprile ha ripulito alcune auto a Loreto Stazione, compresa quella del candidato 5 Stelle alle amministrative 2015 Vittorio Riccio. Già nelle settimane precedenti altre sei macchine erano state scassinate in via Bramante, Moro, Costa d’Ancona e Montorso, al confine con Porto Recanati. Identico il modus operandi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA