Dieci vittime con il maledetto virus, l’Opera Pia adesso è finalmente Covid Free

Dieci vittime con il maledetto virus, l Opera Pia adesso è Covid Free
Dieci vittime con il maledetto virus, l’Opera Pia adesso è Covid Free
3 Minuti di Lettura
Venerdì 12 Giugno 2020, 07:50 - Ultimo aggiornamento: 10:33

SENIGALLIA  - Dopo 50 giorni un’ospite dell’Opera Pia è finalmente negativa. Il marito invece non ce l’ha fatta ed è una delle 10 vittime del Covid. Ci sono storie, come l’amore di questa coppia che solo il virus poteva dividere, dietro i numeri della pandemia. All’Opera Pia Mastai Ferretti dei 60 contagiati 10 sono deceduti. Il virus è arrivato da fuori, veicolato dagli operatori positivi ma asintomatici. In tutto 12. Dal 9 giugno però la struttura, che conta 240 assistiti, è Covid Free. «È stata un’esperienza durissima - ricorda il presidente Mario Vichi -. Il personale è stato splendido, nonostante mancassero anche le protezioni. Ai primi solleciti in Regione seguì il silenzio». A dirigerlo il dottore Vittorio Sgreccia che aggiunge: «Il momento è stato drammatico, temevamo un impatto devastante, una mortalità del 50%». Sempre vicino alla struttura il consigliere regionale Fabrizio Volpini. «Hanno retto uno tsunami - commenta -. Ricordo la telefonata della signora Urbani. Il marito Carlo Urbani ha avuto il primo incarico proprio qui a Senigallia, facevamo insieme la guardia medica turistica. Mi disse che Medici senza frontiere aveva dato la disponibilità a venire ma dalla Regione avevano risposto che non c’era bisogno. Ho chiamato Luca Ceriscioli e gli ho detto: non so chi ha rifiutato ma state commettendo una stupidaggine. Un’equipe arrivò poi qui e nelle altre case di riposo». Il dottor Marini ieri, nel corso di una conferenza stampa, ha voluto sottolineare anche il lavoro svolto dalle Usca che hanno aiutato i circa 250 positivi a domicilio.

LEGGI ANCHE:

Un'altra vittima del Coronavirus nelle Marche: morto un uomo 79enne di Pergola/ Il contagio nelle regioni in tempo reale

© RIPRODUZIONE RISERVATA