Il Covid resta in classe, altri due studenti hanno contratto il virus: ecco in quali istituti

Martedì 22 Settembre 2020 di Claudio Comirato
Sos, altri due studenti hanno contratto il virus: ecco in quali istituti
ANCONA  - «Le scuole riapriranno in sicurezza ma abbiamo messo in preventivo che ci potrebbero essere dei casi contagio legati al Covid 19». Così parlava alla vigilia della riapertura dell’anno scolastico il premier Giuseppe Conte e mai come questa volta le previsioni sono state azzeccate, in modo particolare ad Ancona. 

LEGGI ANCHE: Cade dalla bici in discesa mentre consegna i cibi a domicilio: lesione ad una gamba per un ragazzo

 
Dopo il caso della ragazza risultata positiva al Covid 19 al Savoia Benincasa, ieri sono emersi altre due studenti positivi al virus. Le scuole chiamate in causa l’Istituto Podesti Calzecchi Onesti di Passo Varano e la scuola media Alessandro Volta di Collemarino. I due studenti avrebbero un legame di parentela tra loro, altri familiari sono risultati positivi. Nei due istituti si è diffusa un po’ di preoccupazione. Per il momento non sono stati presi provvedimenti sanitari in materia ma cresce l’ansia tra gli studenti ma anche tra le famiglie. All’istituto Podesti ieri mattina una intera classe, quella che frequenta lo studente risultato contagiato, non è entrata scuola, così come si sono avute tante assenze anche in altre classi. 
A fare il punto della situazione è la dirigente Laura Castellana: «Il Dipartimento di prevenzione dell’Azienda sanitaria ci ha fatto sapere che questo studente nella giornata di venerdì sì è sottoposto a tampone poi risultato positivo . Essendo asintomatico, la stessa azienda sanitaria ci ha riferito che come istituto scolastico non dovevamo fare nulla in quanto nelle 48 ore precedenti il tampone la scuola era chiusa a causa del fumo scatenato dall’incendio al porto». Nonostante ciò tra gli studenti c’è tanta incertezza, anche per il fatto che in questi giorni i contatti del ragazzo con altri soggetti che frequentano la scuola non sono mancati. Riprende la dirigente: «Non si può pensare che la scuola arrivi dappertutto, noi ci siamo allineati a quanto ci è stato detto dall’azienda sanitaria, resta il fatto che occorre una presa di responsabilità e di collaborazione da parte dei ragazzi ma anche delle famiglie». Situazione analoga alla scuola media Volta di Collemarino. A spiegare cosa sia accaduto ma sopratutto a confermare questo secondo caso l’assessore alle Politiche educative e alla Pubblica Istruzione Tiziana Borini: «Il caso è emerso nella giornata di lunedì 14 settembre quando lo studente ha accusato un lieve malore in classe. Non sembrava nulla di grave è uscito attorno alle 11 e invece è risultato positivo al tampone.
La dirigente scolastica Lorella Cionchetti dell’istituto comprensivo Ancona Nord da me interpellata ha riferito che è in attesa di comunicazioni ufficiali da parte dell’azienda sanitaria circa eventuali provvedimenti da prendere». Una cosa è certa: quanto accaduto sta creando una certa preoccupazione tra i genitori dei bambini, anche per il fatto che il ragazzino risulta essere impegnato anche in attività sportiva.


  Ultimo aggiornamento: 23 Settembre, 09:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA