«Conoscevo Emma da mezzo secolo
L’omicidio? Non sono io il colpevole»

«Conoscevo Emma
da mezzo secolo. L’omicidio?
Non sono io il colpevole»
ANCONA - «Non ho mai avuto modo di porgere le mie condoglianze alla famiglia Vichi. Conoscevo Emma da 50 anni, eravamo vicini di casa. Mi ritrovo in questa situazione a 58 anni, ma non sono colpevole di quanto mi si accusa. Tutt’al più posso rispondere solo della ricettazione. Quello che è accaduto non è colpa mia». Parole, pensieri e dichiarazioni d’innocenza di Maurizio Marinangeli, il chiaravallese finito a giudizio con l’accusa di aver accoltellato a morte e rapinato l’85enne Emma Grilli, sua vicina di casa. 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 12 Ottobre 2019, 07:10 - Ultimo aggiornamento: 07:10