Sedici anni e otto mesi all'untore Hiv
«Uccise moglie e contagiò fidanzata»

Sedici anni e otto mesi all'untore Hiv
«Uccise moglie e contagiò fidanzata»
ANCONA - Sedici anni e otto mesi, ecco la sentenza per Claudio Pinti, ex autotrasportatore, sieropositivo, accusato di lesioni gravissime e omicidio volontario, per aver trasmesso il virus Hiv alle persone con cui aveva rapporti sessuali. 


La Procura aveva chiesto una condanna a 18 anni per Claudio Pinti, 35 anni di Agugliano, accusato di lesioni gravissime e omicidio volontario per aver trasmesso il virtus dell’Hiv all’ex compagna, morta nel giugno 2017, e all’ultima fidanzata, che con la sua denuncia lo ha fatto arrestare.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 14 Marzo 2019, 13:28 - Ultimo aggiornamento: 14-03-2019 16:12

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO