La maglia azzurra con il 10 di Insigne firmata da Mancini per ricordare Diego, il ragazzo morto sui binari

Gli amici e la maglia di Insigne
Gli amici e la maglia di Insigne
2 Minuti di Lettura
Venerdì 2 Luglio 2021, 04:10

CHIARAVALLE -  La maglia azzurra della Nazionale col numero 10 di Lorenzo Insigne, firmata da mister Roberto Mancini per ricordare Diego, il diciottenne che il 7 aprile scorso si è tolto la vita gettandosi sui binari della stazione di Chiaravalle mentre stava passando un treno merci carico di trattori. L’idea l’ha avuta Marco Cimarelli, noto ristoratore chiaravallese titolare della trattoria storica Seta a San Silvestro di Senigallia, che ha voluto omaggiare la famiglia e i tanti amici del povero ragazzo donando loro la maglia di Insigne, idolo dei tifosi partenopei, che gli era stata regalata dall’allenatore della Nazionale Roberto Mancini, che da Seta è praticamente di casa.

Per ben due volte, sulla cancellata dell’ex cinema Cral, in piazza Garibaldi, luogo caro al gruppo di ragazzi di cui faceva parte Diego, erano state rubate le maglie del Napoli, prima quella col numero 7 di Cavani e poi quella col 10 di Maradona. Atti gravi che hanno offeso la memoria di un ragazzo in gamba, strappato alla vita dal male di vivere. Gesti che avevano suscitato l’indignazione di tanti, anche sui social e avevano molto colpito Marco Cimarelli, che ha messo a disposizione un suo prezioso cimelio sportivo per rendere omaggio a Diego.

La maglia è stata consegnata agli amici e ai familiari del ragazzo riuniti di fronte alla stazione ferroviaria di Chiaravalle da Claudio Pellegrini, ex grande calciatore del Napoli e di altre importanti squadre come Fiorentina, Udinese, Avellino, Palermo. Ad accompagnare Marco Cimarelli e Claudio Pellegrini c’erano anche altri amici, personaggi conosciuti come Roberto Donati, ex bomber della Biagio Nazzaro e Danilo Stacchiotti. Sui volti dei ragazzi, amici del diciottenne, ancora il profondo dolore causato dalla perdita di un coetaneo, un giovane buono e generoso. E anche i genitori ed il fratello di Diego hanno voluto ringraziare gli autori di un gesto che ha contribuito a ricordare quanto Diego fosse amato e apprezzato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA