Addio a Renato Moschini: era “l’artista dell’Esino” tra incisioni e fotografie

Sabato 14 Maggio 2022
Addio a Renato Moschini: era l artista dell Esino tra incisioni e fotografie

CHIARAVALLE -Se n’è andato “l’uomo del fiume”, un artista vero che amava colori e tempere, acquerelli e fotografie, xilografie e incisioni. Renato Moschini ieri ha chiuso per sempre il suo cavalletto e non userà più i colori che tanto amava: era nato 78 anni fa a due passi dall’amato fiume Esino, era un uomo semplice e sobrio.

 

Diceva che il fiume era stato il suo primo maestro d’arte, l’Esino lo aveva conquistato subito, lo attraeva come una calamita. Moschini era un ambientalista convinto e soffriva per quel fiume che considerava in declino. «In molti dicono di difendere l’ambiente – diceva – ed invece per la salvaguardia del fiume negli ultimi venti anni si è fatto pochissimo». Ma Renato Moschini era soprattutto un artista che spaziava in vari campi, dalla fotografia, alla ceramica, dagli olii alle tempere, fino alle incisioni ed agli acquerelli.

L’amico Maurizio Animali aveva organizzato tre anni fa ad Arte X Arte una mostra in cui le opere di Moschini erano stato molto apprezzate. L’amore per il fiume traspariva in ogni lavoro, l’Esino era fotografato e immortalato in tutte le stagioni e le foto notturne, frutto di ore e ore trascorse in riva al fiume, erano davvero splendide. Era stato allievo dell’indimenticabile Raul Bartoli, aveva rubato segreti all’acquerellista Elsa Volpini ed aveva lavorato con incisori illustri come Luciano Bongiovanni, Mario Sorbi per la serigrafia, Paolo Valente per la litografia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA