Fedi nuziali rubate riciclate e falsi orologi griffati, licenza sospesa per una gioielleria di Chiaravalle

Fedi nuziali rubate riciclate e falsi orologi griffati, licenza sospesa per una gioielleria di Chiaravalle
Fedi nuziali rubate riciclate e falsi orologi griffati, licenza sospesa per una gioielleria di Chiaravalle
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 31 Agosto 2022, 19:17

ANCONA - Fedi rubate e orologi griffati falsi, licenza sospesa: novanta giorni di chiusura ad una gioielleria di Chiaravalle. La Divisione P.A.S. della Questura di Ancona ha notificato il provvedimento di sospensione di licenza ex art 127 TULPS, decretato dal Questore di Ancona. Nel maggio scorso, a seguito di attività investigativa svolta dalla Squadra Mobile e dalla Divisione P.A.S. della Questura, il titolare del negozio era stato denunciato per i reati di ricettazione, introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e contraffazione, nonché per alterazione o uso di marchi. Le indagini sono scaturite dalla denuncia di furto di due fedi d’oro, sporta da un uomo nei confronti di suo figlio, accusato di aver sottratto i monili alla famiglia e di averli autoriciclati in un compro oro della zona per realizzarne un corrispettivo in moneta.

L'indagine

A sua volta, il titolare del compro oro/gioielleria, riciclava le due fedi ricettate, cedendole ad un secondo commerciante di preziosi. L’attività investigativa della Polizia di Stato, coordinata dalla Procura della Repubblica di Ancona, all’esito delle prime perquisizioni operate nell’immediatezza dei fatti, ha permesso di recuperare sia le due fedi in oro oggetto di furto e autoriciclaggio, sia di rinvenire e sottoporre a sequestro 20 repliche di orologi di pregio, complete di confezioni e falsi certificati di garanzia.

Le violazioni

Nel contesto operativo, la Compagnia della Guardia di Finanza di Falconara ha conseguentemente accertato una serie di violazioni, debitamente contestate, sia in relazione alla tenuta dei documenti commerciali sia relativamente al sommerso da lavoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA