Electrolux annuncia più di 200 esuberi: posti di lavoro a rischio anche a Cerreto D'Esi

Electrolux annuncia più di 200 esuberi: posti di lavoro a rischio anche a Cerreto D'Esi
Electrolux annuncia più di 200 esuberi: posti di lavoro a rischio anche a Cerreto D'Esi
2 Minuti di Lettura
Martedì 29 Novembre 2022, 11:07

CERRETO D'EXI  - Sono 222 gli esuberi annunciati ieri a Padova dall'Electrolux, nel corso in un incontro con i sindacati. I tagli al personale più consistenti saranno assorbiti dagli stabilimenti di Porcia che vedrà la fuoriuscita di 40 impiegati e 36 operai (10 dei quali nel magazzino ricambi), e Forlì che invece vedrà un taglio di 19 impiegati e 77 operai. 

Vacanze e spese pazze coi soldi della società: nei guai amministratori di un noto chalet

Ma anche lo stabilimento di Cerreto D'Esi (Ancona) è coinvolto dal piano di riduzione dei costi presentato dalla Electrolux per l'Italia, 222 posti di lavoro a rischio complessivamente. Nello stabilimento, secondo la Fiom Cgil, sono 13 i posti di lavoro tagliati su 203 lavoratori complessivi: 8 fra gli operai e 5 nelle funzioni impiegatizie. «Cercheremo di individuarli nell'ambito dei lavoratori in pre-pensionamento», spiega il responsabile della Fiom per il distretto fabrianese e componente della segreteria provinciale, Pierpaolo Pullini. «Nel prossimo incontro con la multinazionale svedese a livello centrale, si individueranno gli strumenti più idonei per far fronte a questa situazione. Ammortizzatori sociali conservativi con eventuale previsione di uscite volontarie, favorendo soprattutto chi può raggiungere i requisiti pensionistici nel corso dei due anni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA