Castelfidardo, soprende un ladro
ma il complice lo colpisce alla testa

Un ladro armato di spranga mente forza una finestra
Un ladro armato di spranga mente forza una finestra
2 Minuti di Lettura
Sabato 21 Maggio 2016, 08:01 - Ultimo aggiornamento: 11:45

CASTELFIDARDO - Colpito con un bastone da un ladro sorpreso in casa, che l’ha aggredito di sorpresa alle spalle e l’ha stordito. Brutta avventura per un giovane papà di Castelfidardo che giovedì sera si è imbattuto in tre malviventi con il volto coperto. Daniele Ricci, 35 anni, uscendo dal lavoro si era fermato nel bar gestito dalla moglie al quartiere Cerretano. Attorno alle 8.25 la coppia si è allontanata dal locale per fare ritorno a casa, ciascuno a bordo della propria vettura. 

Moglie e figlioletto sono partiti per primi e una volta raggiunta l’abitazione familiare, dalle parti di via della Stazione, sono entrati senza fortunatamente accorgersi di nulla. Lui si è intrattenuto per fare benzina nel vicino distributore e li ha raggiunti a distanza di qualche minuto. E’ a quel punto, parcheggiata l’auto in strada, che ha scorto una figura sgattaiolare dalla tavernetta e salire le scale in direzione dell’appartamento dei suoceri. D’istinto il trentacinquenne si è affacciato nel seminterrato. Ma non ha fatto in tempo ad accendere la luce che si è trovato davanti un altro ladro, con il viso travisato da un cappuccio. E’ successo tutto così in fretta ed inaspettatamente che non ha avuto modo di realizzare quanto stava accadendo, tantomeno di reagire. Una frazione di secondo dopo è stato sorpreso alle spalle da un terzo malvivente che lo ha tramortito con un colpo di bastone sferrato all’altezza della nuca. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA