Castelfidardo, baby gang scatenata
tra bivacchi e auto in corsa schivate

Baby gang scatenata
tra bivacchi nel parco
e auto in corsa schivate
di Giacomo Quattrini
CASTELFIDARDO - Il Parco del Monumento, luogo simbolo dell’Unità d’Italia, ancora oggetto di episodi di inciviltà. Per tutelare il polmone verde del centro di Castelfidardo aumenteranno però gli sforzi dell’amministrazione comunale, con maggiori sopralluoghi della polizia locale e due nuove spy-cam. Il sindaco Roberto Ascani in merito ai bivacchi rinvenuti giovedì in un anfratto del parco ha confermato: «Abbiamo ricevuto da parte di un biker una segnalazione relativa all’esistenza del bivacco in una zona impervia». Secondo la pedagogista Annunziata Brandoni i responsabili del bivacco sarebbero «i soliti ragazzini annoiati che si divertono facendo danni, non li abbiamo solo a Castelfidardo». L’ormai ex dirigente scolastica dell’Istituto Soprani rivela che al Monumento, all’inizio di via della Stazione, «i ragazzini attraversano la strada quando spuntano le auto dalla curva mettendo in pericolo la loro vita e quella altrui, l’anno scorso lo facevano a Sant’Agostino».
 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 8 Dicembre 2018, 06:50 - Ultimo aggiornamento: 06:50