Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Florenc muore a 24 anni, fuori strada dopo la serata con gli amici. Paese in lutto, domani i funerali

Fuori strada dopo la serata con gli amici: sbandata choc, Florenc muore a 24 anni
Fuori strada dopo la serata con gli amici: sbandata choc, Florenc muore a 24 anni
di Talita Frezzi
3 Minuti di Lettura
Domenica 28 Novembre 2021, 04:50

CASTELBELLINO - Stava tornando verso Genga, dove si era trasferito dal luglio scorso, ma a casa non è mai arrivato. Terribile incidente venerdì notte sulla superstrada 76, nel tratto interessato dai lavori sulla carreggiata nord, poco dopo lo svincolo per Castelbellino. Un’auto perde il controllo, come una scheggia impazzita finisce contro il guardrail e il giovane conducente muore sul colpo. A perdere la vita è stato Florenc Kasa, 24enne di origine albanese, residente fino a pochi mesi fa a Serra San Quirico con la famiglia.

Era da poco passata la mezzanotte. Il ragazzo stava tornando a casa dopo una serata con gli amici. Viaggiava da solo, al volante della sua potente Bmw in direzione Fabriano. Superato il tratto di superstrada interessato dai lavori, nel rientrare in carreggiata dopo la deviazione, la vettura senza controllo è andata a urtare contro il guardrail. 

Il dramma

Un impatto violentissimo, la Bmw si è accartocciata trasformandosi in una gabbia mortale. Per Florenc non c’è stato nulla da fare. E’ morto sul colpo in seguito ai gravissimi politraumi. A lanciare l’allarme al numero unico di emergenza 112 sono stati alcuni automobilisti. Per estrarre il corpo dal groviglio di lamiere c’è voluto un lungo intervento dei Vigili del fuoco di Jesi, che hanno illuminato la strada con un gruppo elettrico e utilizzato cesoie e divaricatori per allargare le lamiere. Inutile ogni tentativo di soccorso, Florenc se n’era già andato. I sanitari dell’automedica del 118 di Jesi, intervenuti subito, hanno dovuto attendere che i pompieri completassero le operazioni di taglio delle lamiere prima di poter effettuare la constatazione del decesso. Non hanno potuto fare altro che coprire il giovane con un lenzuolo bianco e attendere le disposizioni del magistrato di turno. 

I rilievi

Gli agenti della Polstrada di Fabriano con due pattuglie, hanno condotto i rilievi di legge e chiuso il tratto di superstrada 76 interessato dalla tragedia. Ci sono volute cinque ore per cancellare le tracce del dramma e ripristinare la sicurezza in quel tratto, dove si sono già verificati altri incidenti nelle ultime settimane, sebbene nessuno con un epilogo tanto atroce. La superstrada76 è stata riaperta al traffico ieri mattina alle 5,45. Ancora al vaglio della Polstrada le cause che hanno portato all’incidente mortale, che comunque non ha coinvolto altri veicoli. Tra le cause, non viene esclusa l’alta velocità, ma saranno i rilievi della Polstrada a stabilirlo con esattezza. La salma portata all’istituto di medicina legale di Torrette sarà sottoposta con ogni probabilità ad autopsia per capire se Florenc abbia avuto un malore alla guida. Sotto choc la comunità serrana. «Una tragedia troppo grande per essere capita», il commento dell’Amministratore del gruppo social che riunisce i serrani, dove la notizia del decesso è rimbalzata nel primo pomeriggio. I funerali domani alla 11 al cimitero di Serra San Quirico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA