Carico di carne
​sequestrato sull'A14

Una pattuglia della Polstrada
Una pattuglia della Polstrada
2 Minuti di Lettura
Martedì 27 Maggio 2014, 20:41 - Ultimo aggiornamento: 29 Maggio, 18:32

CHIARAVALLE - Seicentoventi chili di carne bovina destinata alle nostre tavole, trasportata in autostrada in pessime condizioni igieniche, tenuta su bancali sporchi e a una temperatura non idonea. La Polstrada di Jesi ha salvato una buona fetta di consumatori, è il caso di dirlo, sequestrando un carico di carne proveniente dalla Romagna e destinato ai supermercati della Vallesina e del Maceratese.

Il controllo è scattato l'altra sera al casello autostradale Ancona nord dell'A14 in territorio di Chiaravalle. La pattuglia nell'effettuare il controllo di un autocarro per trasporto di carni di una ditta della Romagna, ha ravvisato delle anomalie nella conservazione della merce e non solo. La carne bovina macellata fresca (220 chili) e altra carne confezionata e scatolata in colli di cartone era accatastata su bancali di legno sporchi invece che appesa come previsto dalle leggi sanitarie vigenti. Il camion - condotto da un marocchino di 32 anni (R.C.) - è stato quindi condotto presso lo stabilimento Sadam per una verifica del peso della merce, da cui è emerso che il conducene trasportava un'eccedenza di carico pari a 400 chili rispetto al peso massimo consentito. Pertanto l'autotrasportatore è stato multato di 1000 euro per la violazione al Codice della Strada e il carico - complessivamente di 620 chili - è stato sequestrato. Immediata la segnalazione al servizio Veterinario della Asur.

© RIPRODUZIONE RISERVATA