Lo trovano con la cocaina, barista
di 58 anni arrestato per spaccio

Lo trovano con la cocaina, barista di 58 anni arrestato per spaccio
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 8 Febbraio 2017, 05:40

TRECASTELLI - L’ex gestore di un bar di Ponte Rio arrestato per spaccio di droga. È stato pizzicato dai carabinieri con quattro dosi di cocaina ed è finito in carcere. Qualche sera fa, l’esercente cinquantottenne originario di Mondolfo, da tempo residente a Trecastelli, fino a quale mese fa titolare di un bar lungo la Cesanense a Ponte Rio di Monte Porzio, è finito in manette. È stato identificato e perquisito dai militari di Marotta mentre si trovava all’interno di un bar di San Costanzo.

I carabinieri gli hanno trovato e sequestrato quattro dosi di cocaina, secondo l’Arma indizio del fatto che la sostanza stupefacente detenuta fosse destinata allo spaccio. Nella successiva perquisizione in casa sono state rinvenute altre dosi di cocaina pronte alla cessione. In totale è stata sottoposta a sequestro cocaina per un totale di 72 grammi nonché 26 grammi di sostanza da taglio. I carabinieri hanno trovato anche quattro bilancini di precisione e la somma contante di 650 euro, ritenuta provento di spaccio.

Da qualche tempo diverse persone, note come assuntrici di cocaina, si spostavano nelle prime ore pomeridiane e serali dalla riviera marottese e fanese verso l’entroterra. Questi movimenti non sono sfuggiti all’attenzione dei carabinieri di Marotta che hanno iniziato a predisporre servizi di controllo. Dopo una lunga serie di mirati controlli, i militari hanno accertato la meta era l’abitazione dell’esercente. Si presentavano apparentemente per visite di cortesia mentre di fatto secondo i carabinieri acquistavano dosi di cocaina. Così i militari, dopo aver raccolto numerosi indizi, hanno deciso di mettere fine all’attività. L’altra sera è stato arresto e portato, su disposizione della Procura della Repubblica di Pesaro, nel carcere di Villa Fastiggi a Pesaro. Il 58enne è già stato interrogato ed è in carcere in attesa della decisione del giudice.

© RIPRODUZIONE RISERVATA