Caos parcheggi all'ospedale di Torrette, un utente: «Ingannato dai cartelli, 25 euro per 5 ore»

Caos parcheggi all'ospedale di Torrette, un utente: «Ingannato dai cartelli, 25 euro per 5 ore»
Caos parcheggi all'ospedale di Torrette, un utente: «Ingannato dai cartelli, 25 euro per 5 ore»
di Michele Rocchetti
3 Minuti di Lettura
Martedì 6 Dicembre 2022, 03:30 - Ultimo aggiornamento: 15:09

ANCONA - Si trattano le tariffe sulla sosta a Torrette, dopo che gli automobilisti sono stati indotti in errore da cartelli mal posizionati. A denunciare l’accaduto è un lettore che nel giro di 5 giorni si è dovuto recare due volte all’ospedale regionale per visite propedeutiche a un intervento chirurgico. 

 
Il racconto 


«Erano anni che non venivo in ospedale – spiega – e quando mercoledì ci sono tornato ho trovato tutto diverso. Perciò mi sono infilato nel primo pertugio che assomigliasse all’ingresso di un parcheggio». Fatalmente era quello dedicato alla sosta breve, gratis per mezz’ora, ma poi a 5 euro all’ora. «Alla sbarra non c’erano cartelli che lo segnalassero». Un segnale esplicativo è, in verità, presente poco oltre, ma l’uomo non l’ha notato. Perciò al momento del pagamento si è ritrovato a pagare il doppio del preventivato. «Per 3 ore mi hanno chiesto 15 euro, quando io sapevo che la tariffa era di 2,50 all’ora – fa sapere la moglie -. Alla mia richiesta di spiegazioni mi hanno risposto che quella era un’area di sosta veloce, gratuita per la prima mezz’ora e con una tariffa di 5 euro l’ora per il periodo successivo, ma che per questa volta mi facevano pagare 10 euro». Quando i due ieri sono tornati per la seconda visita, erano ancora convinti che ci fosse un unico ingresso al parcheggio: quello da cui erano passati la volta precedente. «Non volevamo parcheggiare nell’area della sosta veloce – racconta l’utente dell’ospedale -. Perciò abbiamo superato subito la sbarra e siamo andati nell’area della sosta lunga». Al momento del pagamento, però, gli sono stati chiesti 25 euro per 5 ore. «Al che abbiamo capito che quando abbiamo passato la sbarra non è stata registrata l’uscita dalla sosta breve. Ma se uno per sbaglio entra dall’ingresso della sosta breve, per non pagare 5 euro l’ora deve uscire dal parcheggio, fare tutto il giro e rientrare dall’ingresso della sosta lunga. Perché tutto questo non è spiegato?». Alla fine, alla coppia sono stati chiesti di nuovo 10 euro. «Ci chiediamo con quale criterio, visto che a una ragazza che aveva fatto il nostro stesso errore ne hanno chiesti 15 anziché 20. Segnaleremo la cosa all’associazione consumatori».

© RIPRODUZIONE RISERVATA