Blitz con lo spray, viadotto imbrattato
La firma dei baby vandali: “Piano gang”

Blitz con lo spray, viadotto imbrattato La firma dei baby vandali: “Piano gang”
2 Minuti di Lettura
Lunedì 10 Giugno 2019, 06:20

ANCONA - Non c’è pace per il viadotto di via della Ricostruzione. Da circa una settimana un gruppo di vandali ha trascorso le proprie serate imbrattando con bombolette di vernice spray la copertura in plastica lungo i due lati del viadotto. La barriera plastificata ricurva accanto al camminatoio riservato al transito pedonale è stato realizzato dal Comune per garantire una maggiore protezione ai pedoni. 

 

Via della Ricostruzione è una strada particolarmente trafficata da auto, motocicli e autobus, collegando piazza Ugo Bassi e la rotatoria all’incrocio tra via Martiri della Resistenza, via De Gasperi e via Tiziano. Il cavalcavia è finito nel mirino dei vandali che lasciano traccia ben visibile con le tante scritte che ricamano la protezione in plastica. Alcuni sembrano simboli, altri caratteri per lo più incomprensibili ma in questa galleria degli orrori spunta anche la firma di gruppo che ama farsi identificare come “ Piano Gang”. 

E proprio questo gruppo sempre nella zona del Piano e dalle parti di corso Carlo Alberto avrebbe lasciato la propria firma su diversi muri fino ad imbrattare la parte posteriore di un furgone coibentato per la vendita del pesce. Atti vandalici che continuano a seminare imbrattare. Gli autori delle bravate con lo spray sarebbero alcuni degli adolescenti provenienti da zone limitrofe ma anche da quartieri periferici. Difficile dare un volto ed un nome ai responsabili di questi blitz colorati, anche perché le scritte lungo il viadotto di via della Ricostruzione così come in altre strade di Ancona vengono realizzate nelle ore notturne e in una zona dove le telecamere non riescono a garantire la copertura che servirebbe per identificare i vandali. Il ponte di via della Ricostruzione nei mesi scorsi era balzato agli onori della cronaca per un cedimento strutturale di una lastra di cemento nella pavimentazione del marciapiede. Sul posto erano intervenuti gli agenti della Polizia Municipale, poi il Comune aveva provveduto a sistemare il marciapiede. Insomma da queste parti non c’è pace.

© RIPRODUZIONE RISERVATA