Bimbi, c’è il robotino: operarsi è un gioco
la programmazione la fanno gli studenti

Bimbi, c’è robotino: operarsi
è un gioco. Gli studenti
fanno la programmazione
ANCONA - Accompagnare i bambini verso la sala operatoria, ridurne l’ansia e la paura dell’intervento interagendo e parlando con loro, con tono scherzoso. E’ la mission di Estrabot, l’umanoide che è presente da qualche tempo al Salesi, per ora in Spirologia, e che è pronto ad entrare anche in Chirurgia, varcando quel luogo che neanche le mamme possono superare. 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 8 Dicembre 2018, 05:50 - Ultimo aggiornamento: 05:50