Benemerenza 2022 dei Garibaldini di Barbara in memoria del pergolese Marco Beci

Benemerenza 2022 dei Garibaldini di Barbara in memoria del pergolese Marco Beci
Benemerenza 2022 dei Garibaldini di Barbara in memoria del pergolese Marco Beci
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 7 Dicembre 2022, 22:18 - Ultimo aggiornamento: 22:21

BARBARA In occasione delle festività della santa patrona, il Gruppo “Pierluigi Mastrucci” di Barbara dell’ Associazione Nazionale Veterani e Reduci Garibaldini (ANVRG) ha conferito la benemerenza annuale del 2022, per particolari meriti dei conterranei nell’ambito del volontariato e del patriottismo internazionalistico, alla memoria di Marco Beci, un addetto alla Cooperazione internazionale italiana, vittima della strage di Nassiriya (Iraq), il 12 novembre 2003.

Operatore civile

Marco Beci era un operatore civile formatosi nella Comunità pergolese di San Marco, creata da don Lino Ricci, che ha dedicato la sua vita nel portare aiuto alle popolazioni più povere oppresse dalle guerre. Trasferitosi in Africa, dopo la laurea in scienze politiche, Beci riuscì a salvare il suo autista eritreo durante il conflitto con l'Etiopia; nella guerra dei Balcani degli anni ‘90 intervenne poi in favore di due bambini, mutilati dalle bombe, consentendo loro, con il ricovero nel centro emiliano specializzato di Budrio, di ricominciare a camminare. Nel 2003 quella guerra contro l’Iraq, nota come Seconda Guerra del Golfo e dichiarata per una ragione poi rivelatasi sbagliata, non lo vedeva schierato contro qualcuno ma a favore delle vittime anonime e incolpevoli.

La strage

Quel giorno, nella cosiddetta e famosa strage di Nassiriya, unica a colpire soldati italiani inviati per garantire il controllo del territorio e l’assistenza alla popolazione, si trovò coinvolto quasi per caso. Aveva infatti trovato nella base militare Maestrale la sede per il suo ufficio, nel quale gestire, per conto del ministero degli Esteri, i progetti di ricostruzione dell'ospedale e dell'acquedotto. A lui il giornalista Rai, Vincenzo Varagona, ha dedicato il libro “Morire a Nassiriya, Marco Beci, un italiano a servizio del mondo”.

La moglie

La moglie Carla Baronciani ha ritirato l’elegante pergamena, firmata dalla presidentessa nazionale onoraria Annita Garibaldi Jallet, pronipote dell’”Eroe dei Due Mondi”, e consegnatale dal responsabile del gruppo garibaldino Raniero Serrani, ex sindaco di Barbara e tesoriere della Sezione ANVRG di Castelbellino, al quale è stato anche assegnato dal sindaco Riccardo Pasqualini il premio ‘S. Barbara-2022’, in rappresentanza del Gruppo di Protezione Civile di Barbara, per il generoso impegno profuso in occasione dell’Emergenza Covid e del recente disastroso nubifragio.

La stessa onorificenza è stata altresì destinata al comandante dei Vigili del Fuoco di Ancona, Pierpaolo Patrizietti, per l’assistenza garantita alle famiglie colpite dall’inondazione, e al barbarese Sandro Rotatori, per le due medaglie d’argento conquistate nei campionati italiani di nuoto paralimpici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA