Dov'è finita Brunella Chiù? Dopo 13 giorni la mamma di 56 anni è ancora dispersa. La cercano ovunque

Dov'è finita Brunella Chiù? Dopo 13 giorni la mamma di 56 anni è ancora dispersa. La cercano ovunque
Dov'è finita Brunella Chiù? Dopo 13 giorni la mamma di 56 anni è ancora dispersa. La cercano ovunque
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 28 Settembre 2022, 18:02 - Ultimo aggiornamento: 30 Settembre, 11:58

BARBARA -  La stanno cercando ovunque, ma Brunella Chiù non si trova ancora. La mamma 56enne risulta dispersa dall'alluvione del 15 settembre scorso e le squadre di soccorso sono impegnate a perlustrare palmo a palmo il territorio dove il fiume Nevola è straripato travolgendo con fango e detriti il paesi del Senigalliese: la donna era stata travolta nella zona di Coste di Barbara assieme alla figlia Noemi Bartolucci, 17 anni, i cui funerali si svolgeranno domenica a Barbara, mentre l'altro figlio Simone, 23 anni, si è miracolosamente salvato rimanendo aggrappato a una grossa pianta.

 

Brunella Chiù non si trova, dopo 13 giorni è ancora dispersa

Coordinati dall'Unità comando locale dei vigili del fuoco a Barbara sono al lavoro oltre 70 uomini tra cui circa 50 vigili del fuoco, oltre a volontari di protezione civile e carabinieri, tra squadre di terra che perlustrano gli argini e sommozzatori dei Vigili del fuoco che scandagliano i fiumi assieme ai cinofili della Protezione civile che la cercano vicino alle sponde fluviali. Dopo avere scandagliato il territorio tra il fiume Nevola e gli argini, controllando tra grossi cumuli di detriti e legname,  i sommozzatori ieri hanno perlustrato ancora i  laghetti in Passo Ripe di Trecastelli vicino alla zona dov'era stato trovato i corpo del piccolo Mattia Luconi, 8 anni. Oggi invece le ricerche si sono concentrate nell'area dove era stata ritrovata la Bmw Serie 1 bianca di Brunella, zona San Domenico di Corinaldo, e vicino al Ponte Burello: verifiche anche sul fiume a scendere in direzione di Senigallia.

 

La famiglia di Sassoferrato salvata dal fango

La famiglia Tassi-Memoli  di Sassoferrato ha incontrato i carabinieri che l'hanno salvata, la sera dell'alluvione ma anche altre zone dell'hinterland Senigalliese e Pesarese. Alessio Tassi, appena uscito dall'ospedale, la compagna Maria Memoli, la figlia e Tommaso Fiore hanno raggiunto la sede della stazione dei carabinieri di Sassoferrato. Ad accoglierli, insieme al capitano della Compagnia, Mirco Marcucci, c'erano i carabinieri che sono riusciti a salvare Alessio poco prima che annegasse a causa dell'acqua e del fango che lo avevano intrappolato in un locale nella palazzina in cui vive con la famiglia. Sono: il Luogotenente Matteo Prencipe comandante della stazione, il carabiniere Daniel Farinelli; il carabiniere Scelto Christian Morosi Pipparelli della stazione locale, l'appuntato Scelto Matteo Scarinci della Stazione di Fabriano e l'appuntato Scelto Gianluca del Norm di Fabriano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA