«Arretrare la ferrovia e niente muro»
Proposta del Pd contro le barriere Rfi

«Arretrare la ferrovia e niente muro» Proposta del Pd contro le barriere Rfi
3 Minuti di Lettura
Giovedì 18 Luglio 2019, 08:00
SENIGALLIA - Dal Pd arriva una mozione per chiedere l’arretramento della ferrovia. Considerata la vera alternativa alle barriere antirumore prospettate da Rfi, che sempre meno convincono. La prima alzata di scudi è arrivata nelle scorse settimane dal consigliere Simeone Sardella che, insieme a Luca Santarelli, Margherita Angeletti e Sandro Urbinati ha predisposto la mozione che lunedì verrà discussa in commissione, prima di approdare in consiglio comunale.

 

«Riteniamo che la vera soluzione sia arretrare la ferrovia – spiega Luca Santarelli, capogruppo del Pd – il tracciato passa in mezzo al centro urbano e con l’alta velocità non è pensabile mantenerla qui. La stessa considerazione vale per tutta la fascia costiera ed è un discorso che andrebbe portato avanti da tutti i Comuni».

La proposta è quindi quella di rispolverare un vecchio progetto, già ampiamente discusso all’epoca del sindaco Angeloni, per ribadirne tutti insieme, a livello di comuni interessati, la necessità. «Riteniamo che la vera soluzione sia arretrare la ferrovia - spiega Luca Santarelli, capogruppo del Pd - il tracciato passa in mezzo al centro urbano e con l’alta velocità non è pensabile mantenerla qui». La mozione impegna sindaco e Giunta «ad esprimere parere contrario all’intervento di risanamento acustico; a contrastare le opere di risanamento acustico attraverso barriere fonoassorbenti, così come prospettate, privilegiando interventi sulla sorgente del rumore e promuovendo un tavolo tecnico di confronto con Rfi affinchè venga presa in considerazione ogni possibile soluzione tecnica alternativa».

L’alternativa i firmatari della mozione ce l’hanno ben chiara. Chiedono infatti di prevedere «nei territori dove l’infrastruttura ferroviaria separa l’edificato dalla costa – riporta la mozione - misure di abbattimento dell’inquinamento acustico da attivarsi, insieme agli altri comuni della fascia costiera interessati dal progetto da Pesaro ad Ancona, per sollecitare un progetto di arretramento della linea ferroviaria dalla costa, come già da tempo elaborato dalla Provincia di Ancona, e a reperire i necessari finanziamenti, implementando sull’attuale tracciato una metropolitana leggera di superficie».

Al sindaco viene chiesto anche il coinvolgimento dell’Anci per farsi parte attiva sostenendo le ragioni dei comuni coinvolti. Dopo il passaggio in commissione, la mozione approderà nel consiglio comunale ancora da convocare. Non ha fatto in tempo per quello che si riunirà oggi e che avrà tra gli argomenti di nuovo una mozione sul divieto di fumo in spiaggia, già arrivata all’attenzione dell’assise ma ritornata dopo un approfondimento in commissione.
© RIPRODUZIONE RISERVATA