Arcevia, casa piena di gas: ragazza straniera rischia di morire

Venerdì 8 Novembre 2019
La casa è piena di gas: ragazza straniera rischia di morire

ARCEVIA - Sventata l’esplosione di una palazzina in centro storico grazie ad un vigile urbano che ha individuato in fretta la perdita. È accaduto ieri mattina in via Sant’Agata, in centro. Un’anziana ha chiamato al Comando per segnalare l’odore che avvertiva. L’agente Luca Natalucci, che si trovava già in zona, ha cercato di capire da dove provenisse. Una volta individuato l’edificio ha allertato i vigili del fuoco. Non è la prima volta che viene segnalato odore di gas ma in questo caso pochi minuti avrebbero fatto la differenza. Staccata la corrente elettrica e il gas, i vigili del fuoco, guidati dal capo squadra Gianluca Mazzarini, sono entrati nel palazzo. In un appartamento al piano terra, abitato da una 20enne straniera, hanno individuato il problema. Dalla sera prima stava uscendo del gas da una vecchia cucina priva della valvola salvavita che si attiva quando esce il gas senza la fiamma. La giovane per fortuna dormiva. Se si fosse svegliata prima che il vigile urbano desse l’allarme, solo accendendo la luce avrebbe fatto esplodere l’edificio. I vigili del fuoco hanno bussato ed erano pronti a sfondare la porta quando lei, frastornata, si è alzata. Non è voluta andare in ospedale. Il suo appartamento era saturo di gas, come rilevato dal dispositivo in possesso dei pompieri. I residenti dei piani alti sono rimasti in casa perché, una volta staccata la corrente elettrica, non c’erano più rischi.

Arcevia, prova a spegnere il fuoco nel campo e perde i sensi: salvato

© RIPRODUZIONE RISERVATA