Nicole, Alan e Tommaso, i tre volontari che hanno salvato un passante colpito da infarto: «Angeli custodi per caso»

Martedì 8 Marzo 2022 di Claudio Comirato
Nicole, Alan e Tommaso, i tre volontari che hanno salvato un passante colpito da infarto: «Angeli custodi per caso»

ANCONA - Quando il destino ti prepara un appuntamento con tre angeli custodi. È accaduto domenica sera in via Circonvallazione a un uomo di 62 anni residente in zona. Appena uscito di casa, è crollato a terra lungo il marciapiede per un malore provocato da una patologia di origine cardiaca. Complice la serata particolarmente fredda e piovosa, nessuno si è accorto di nulla ma il fato benevolo ha voluto che lungo quel tratto di strada si trovassero a passare due auto con a bordo tre volontari della Croce Gialla di Ancona.

 

I protagonisti

In un’auto Tommaso Giammarchi, 37 anni, operatore dell’emergenza territoriale impiegato al 112, che era diretto in sede per il turno di notte. Nell’altra, che proveniva dalla direzione opposta, c’erano Alan Restivo Alessi, 37 anni tecnico informatico, e Nicole Melito, 22 anni operatore socio sanitario, diretti da un conoscente. Una coincidenza che ha dell’incredibile anche per il fatto che Tommaso Giammarchi e Alan Restivo Alessi sono istruttori qualificati della Croce Gialla di Ancona. Proprio la loro preparazione e i tanti anni passati sui mezzi di soccorso sono stati determinanti per salvare la vita all’uomo. In pochi istanti, valutata la situazione, i tre hanno iniziato tutte le manovre inerenti la rianimazione cardiopolmonare sul 62enne che non dava segni di vita. Raccontano i soccorritori: «Essersi ritrovati per puro caso ad aiutare questa persona lungo la strada è stato qualcosa di davvero inusuale, abbiamo lavorato di squadra come spesso ci è capitato di fare in Croce Gialla». Il salvataggio: «Per prima cosa abbiamo valutato lo stato di salute di per iniziare il massaggio cardiaco. Per quello che ci hanno raccontato alcuni presenti, l’uomo aveva perso i sensi da poco tempo. Non ci siamo mai fermati fino a che non è arrivato il personale dell’automedica del 118 assieme ai nostri colleghi della Croce Gialla». 
Proseguono: «Il destino ha voluto che ci trovassimo a passare in via Circonvallazione, ma noi non abbiamo fatto nulla di eccezionale se non aiutare una persona in difficoltà. Sappiamo benissimo quanto sia importante intervenire nella maniera più tempestiva possibile di fronte ad un problema cardiaco». Nel frattempo in via Circonvallazione era stato allertato il 112, numero unico dell’emergenza territoriale. Sul posto la centrale operativa del 118 ha inviato un mezzo della Croce Gialla e l’automedica del 118. 
Il massaggio cardiaco portato avanti in maniera continuativa da parte dei tre volontari ha iniziato a dare i primi risultati, con il cuore del paziente che ha ripreso a battere pur manifestando una certa difficoltà respiratoria. A stabilizzare il quadro clinico ci ha poi pensato il personale medico e infermieristico del 118, che arrivato sul posto ha intrapreso un’adeguata terapia farmacologica. Una volta stabilizzate le condizioni di salute, il 62 enne è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale regionale di Torrette dove ha poi avuto immediato accesso in sala emergenza. Le sue condizioni vengono definite stazionarie: si è ripreso e non sembrerebbe essere in pericolo di vita. Un lieto fine, una pagina da Libro cuore scritta grazie alla preparazione dei tre volontari della Croce Gialla che hanno preso in mano la situazione in attesa dell’arrivo dei soccorsi e del personale medico.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA