Piazza Cavour e Galleria Dorica, stop al caos: a Natale arriveranno i vigilantes anti-teppisti

I vigilantes schierati dalla Cna a Jesi nell'ambito del progetto "Città sicura"
I vigilantes schierati dalla Cna a Jesi nell'ambito del progetto "Città sicura"
di Stefano Rispoli
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 10 Novembre 2021, 06:55

ANCONA - Vigilantes armati in piazza Cavour e sotto la Galleria Dorica. L’idea è della Cna, intenzionata a replicare nelle zone più a rischio del centro il progetto “Città sicura” che ha già riscosso successo a Jesi nelle ultime settimane, con l’obiettivo di tutelare i commercianti già penalizzati dal Covid e, adesso, dalla presenza di bande di ragazzini terribili. 

Se a Jesi il problema era legato alla movida scatenata che a settembre aveva portato il Comune a ordinare la chiusura di locali notturni e pub all’una, per tre weekend di fila, nel capoluogo il nodo è rappresentato dai bulli che per tutta l’estate hanno seminato rabbia e paura tra i commercianti, tra furti, insulti, minacce e lancio di sassi contro le vetrine. 


Così la Cna di Ancona ha deciso di contattare i negozianti per raccogliere adesioni in merito alla proposta di assoldare delle guardie giurate in due delle zone del centro più critiche: i portici di piazza Cavour - dove si assiste a scene di spaccio e dove la scorsa settimana una ragazza di 16 anni è stata picchiata e mandata all’ospedale da un coetaneo - e la Galleria Dorica, dove decine di giovani sono soliti radunarsi per bere, fumare, creare scompiglio e infastidire i commercianti.

«Il nostro progetto consiste in una sorveglianza diurna dal venerdì alla domenica, dalle 15 alle 21 - spiega Andrea Cantori, segretario cittadino di Cna Ancona -. C’è molta preoccupazione per il fenomeno del teppismo: ci sono stati segnalati spesso gruppi di ragazzini che entrano nei negozi per rubare, offendono, minacciano, disturbano i clienti. Siamo convinti che una vigilanza privata, organizzata dagli stessi commercianti, possa essere la soluzione giusta: a Jesi la nostra iniziativa ha dato ottimi risultati». Lo stesso questore Capocasa si è detto favorevole alla cosiddetta vigilanza integrata. «Pubblico e privato insieme possono aiutare a debellare il problema - sostiene Cantori -. Contiamo di raccogliere un buon numero di adesioni per poter avviare il progetto e assoldare due vigilantes, uno per piazza Cavour e l’altro per la Galleria Dorica, in tempo per le festività natalizie». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA