Attacco vandalico contro la Cgil, i No Vax imbrattano la sede regionale. Il sindacato: «Scritte inaccettabili e deliranti»

Lunedì 4 Aprile 2022
Le scritte realizzate alla sede della Cgil

ANCONA – Atto vandalico dei No Vax contro la sede della Cgil in via 1° Maggio, alla Baraccola. La scoperta è stata fatta questa mattina dai dipendenti, quando sono arrivati al lavoro. I teppisti hanno imbrattato le vetrate all'ingresso con vernice spray di colore rosso. Hanno realizzato delle scritte con cui attaccano il sindacato, ma anche la Cisl e la Uil, con riferimenti al nazismo e anche ai vaccini.

«Questa mattina la sede della Cgil Marche e della Camera del Lavoro di Ancona sono state trovate vandalizzate con scritte inaccettabili e deliranti – scrive la Cgil in un comunicato -. Paragonare la Cgil e tutto il sindacato confederale al nazismo significa non conoscere la storia del movimento sindacale italiano ed il contributo politico e in vite umane pagato proprio dalle organizzazioni dei lavoratori durante il nazi fascismo. Le sedi del sindacato sono luoghi di accoglienza e democrazia: gesti di questo tipo non faranno che rafforzare le nostre convinzioni anche in ragione del ruolo svolto durante la lunga fase di emergenza. La pandemia da Covid ha ucciso e continua ad uccidere e per questo rivendichiamo e confermiamo le nostre idee ed il nostro massimo impegno per il sostegno alle campagne vaccinali e alla diffusione del vaccino nel mondo, sopratutto nelle aree più povere. Cgil Cisl Uil delle Marche non si fermeranno di fronte a queste intimidazioni». Sull'atto vandalico sta indagando la polizia con la Digos. 

 

 

Ultimo aggiornamento: 5 Aprile, 08:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA