Minaccia i vicini con una bombola: «La faccio esplodere». Poi dà in escandescenze al Pronto soccorso di Ancona

Litiga con i vicini di casa, afferra una bombola di gas e li minaccia: paura a Vallemiano nella notte
Litiga con i vicini di casa, afferra una bombola di gas e li minaccia: paura a Vallemiano nella notte
2 Minuti di Lettura
Giovedì 8 Dicembre 2022, 08:29 - Ultimo aggiornamento: 15:22

ANCONA - Tutto all'improvviso. Un uomo nel quartiere Vallemiano di Ancona questa notte ha dato in escandescenze, minacciando di fare esplodere una bombola a gas. L'allarme è scattato alle 3 di questa notte con una prima telefonata al numero unico di emergenza: un uomo di origine marocchina, 46 anni, completamente fuori di sè prima ha distrutto i mobili di casa, poi ha efferrato un bastone e scendendo le scale del palazzo in cui abita ha spaccato tutte le finestre, ferendosi anche alle mani. Se l'è presa con con i vicini che risiedono nel suo stesso condominio, quindi annebbiato dalla rabbia è tornato a casa, si è affacciato sul balcone e ha iniziato a minacciare tutti con una bombola di gas. «Gli do fuoco e la faccio esplodere», gridava. I residenti hanno immediatamente chiamato la polizia ed i vigili del fuoco per la paura che la bombola così strattonata potesse causare un'esplosione.

Forze dell'ordine intervenute tre volte a Vallemiano

Gli agenti ed i vigili del fuoco sono intervenuti sul posto tre volte, chiamati ripetutamente perché l'uomo si calmava e poi ricominciava a dare in escandescenze. Alla fine a Vallemiano sono arrivate un'ambulanza della Croce gialla e un'automedica: dopo lunghe trattative forze dell'ordine e sanitari sono riusciti a calmare l'uomo e a convincerlo ad andare in ospedale. Ma una volta arrivato al pronto soccorso, il marocchino ha ricominciato a dare in escadenscenze prendendosela con medici ed infermieri. È stato necessario sedarlo per riportare la calma al Pronto soccorso: una notte agitatissima, che è iniziata verso le 3 con la prima telefonata alle forze dell'ordine che segnalava gli atteggiamenti rabbiosi dell'uomo. Da quel momento un'escalation di timore e paura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA