Ancona, l'untore dell'Hiv denunciato
dalla famiglia della compagna morta

L'untore dell'Hiv denunciato
anche dalla famiglia
della compagna morta
ANCONA – La madre e la sorella della compagna di Claudio Pinti vogliono vederci chiaro sulla scomparsa della loro congiunta e cosi hanno denunciato l’uomo.
Claudio Pinti è l’autostrasportatore di Montecarotto arrestato perché accusato di aver avuto rapporti non protetti con almeno 200 partner pure essendo consapevole di aver contratto l’Hiv. Proprio la malattia che ha ucciso la compagna, per la cui fine ora la famiglia chiede giustizia. “L’untore dell’Hiv” è accusato sia di lesioni gravissime che di omicidio volontario proprio il realazione al decesso della compagna.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerd├Č 13 Luglio 2018, 16:28 - Ultimo aggiornamento: 13-07-2018 16:28

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO