Saluta la collega e stramazza a terra, veterinario stroncato da un malore nella palazzina dell’Asur all’ex Crass

Il sopralluogo dei carabinieri nella sede dell'Asur. Nel riquadro il veterinario Alberto Polonara
Il sopralluogo dei carabinieri nella sede dell'Asur. Nel riquadro il veterinario Alberto Polonara
di Federica Serfilippi
3 Minuti di Lettura
Sabato 7 Agosto 2021, 05:10 - Ultimo aggiornamento: 16:08

ANCONA - Saluta la collega di studio per la fine del turno, si reca davanti al dispositivo per timbrare il cartellino e accusa un malore. Sbatte violentemente la testa a terra e perde la vita. È la tragedia accaduta ieri pomeriggio nella palazzina dell’Asur, all’ex Crass di via Colombo, che ospita il servizio veterinario. Il malore fatale ha strappato all’effetto dei suoi cari il 53enne Alberto Polonara, residente a Chiaravalle.

Curreri: "Sto meglio dopo l'infarto, anche questo gran figlio di p... lo abbiamo sconfitto"

Era un medico veterinario, da circa vent’anni impiegato al Dipartimento di Prevenzione del Servizio Igiene degli alimenti di origine animale dell’Asur/Area Vasta 2. 


L’allarme 
Sono stati i colleghi del 53enne (li aveva compiuti ad aprile) a lanciare l’allarme, attorno alle 15.30, dopo aver visto Polonara a terra, privo di sensi, in una pozza di sangue. Inutili i tentativi di rianimarlo. All’origine del malore, stando a quanto accertato dal medico legale ci sarebbe stato un problema di natura cardiaca. Polonara è stato trovato con una vistosa e profonda ferita alla testa, all’altezza della regione temporale, causa dell’emorragia e conseguenza della caduta sul pavimento.

A causa della lacerazione, inizialmente non è stata scartata nemmeno l’ipotesi di un’aggressione subita. Pista accantonata dai carabinieri subito dopo il riscontro della mancanza di segni di violenza sul corpo del medico e l’aver sentito alcuni testimoni che, prima del rinvenimento del cadavere, non avevano ascoltato grida o visto persone sospette. Confermato il decesso per cause naturali, la salma del 53enne è stata riconsegnata ai familiari. 


Dopo aver appreso la triste notizia, all’ex Crass è arrivata la sorella del medico, che non era sposato. I rilievi della tragedia sono stati affidati ai carabinieri della Compagnia di Ancona. Sul posto sono intervenuti anche gli specialisti della Scientifica. Per permettere tutti gli approfondimenti tecnici, è stato sbarrato con nastri biancorossi l’ingresso dell’edificio che ospita il servizio veterinario.

Polonara, impiegato anche come libero professionista e medico particolarmente apprezzato nel suo settore, in passato era stato anche segretario, consigliere e componente del collegio dei revisori dei conti dell’Ordine dei Medici Veterinari della provincia di Ancona. Negli ultimi anni si occupava prevalentemente dei controlli negli stabilimenti di produzione di alimenti di origine animale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA