Sicurezza stradale e asfalti, pioggia di fondi ai Comuni. Ecco il quadro completo dei progetti

Mercoledì 3 Novembre 2021 di Massimiliano Petrilli
Sicurezza stradale e asfaltipioggia di fondi ai Comuni. Ecco il quadro completo dei progetti

ANCONA  - La sicurezza stradale declinata in 29 progetti per un investimento di 4,6 milioni tra fondi regionali e comunali. L’assessore regionale alle Infrastrutture e ai Lavori pubblici, Francesco Baldelli ha ufficializzato i 29 progetti finanziati, per un contributo complessivo di 2,3 milioni, presentati per i bandi sulla sicurezza stradale, a cui si sommerà una cifra analoga come compartecipazione da parte delle amministrazioni comunali. Complessivamente la Regione ha messo a disposizione un budget di 11 milioni ricevendo 215 proposte di cui 139 quelle ammesse. Le opere sono state suddivise nelle annualità 2022 e 2023.

 


Ogni singolo progetto poteva ottenere al massimo 100mila euro di fondi regionali, il resto del finanziamento dovrà essere coperto con fondi comunali. Nell’elenco della provincia dorica i maggiori investimenti saranno messi in campo da Falconara (580mila) per la pavimentazione di vie e strade comunali oltre che alla realizzazione del cicloparcheggio e colonnine di ricarica all’Aeroporto (80mila euro di contributi su 320mila euro totali), a seguire Montecarotto con la spesa di 490mila (98mila dalla Regione) nell’ambito della sistemazione delle vie XXV Aprile, S.Giuseppe e XX Settembre.

Mentre Polverigi prevede un investimento complessivo di 330mila euro (100mila dalla Regione) per i lavori di consolidamento e la costruzione di una rotatoria in via della Sbarra. Accanto a diversi progetti legate alle asfaltature, nell’elenco c’è Jesi con la costruzione di una pista ciclabile nell’ambito della realizzazione di una zona 30 (91mila euro di fondi su 130mila), mentre Senigallia con 200mila euro (la metà assicurata da fondi regionali) concretizzerà il doppio senso di marcia sul lungomare Da Vinci (tra il sottopasso ferroviario di via Galilei e il circolo F.lli Bandiera). Offagna invece utilizzerà i 99.531 euro regionali per finanziare la ciclovia comunale (spesa complessiva di 142.188 euro). Assicurati inoltre fondi per l’intermodalità treno-bici come nel caso di Castelbellino (80mila euro) per il Bike Park in stazione e Serra San Quirico (26.600 euro) per il cicloparcheggio nei pressi della stazione ferroviaria. 


L’assessore Baldelli ha chiesto ai sindaci di mettere a terra le risorse al più presto, velocizzando al massimo l’apertura dei cantieri: «Gli investimenti in infrastrutture sono lo strumento migliore per dare sostegno alle imprese provate da anni difficili e dunque per rilanciare l’economia del territorio. E lo sono in particolare quando gli investimenti, come in questo caso, sono diretti ad una maggiore sicurezza dei cittadini. Sicurezza è la parola d’ordine delle azioni messe in campo dal mio assessorato in questo primo anno di mandato come dimostrano i contributi concessi alle imprese per la sistemazione delle strade interpoderali, i 5 milioni stanziati per il progetto Ponti sicuri, i 6 milioni destinati all’installazione degli impianti di ventilazione meccanica nelle scuole e il finanziamento alle aziende ospedaliere per la rimozione dell’amianto dagli ospedali. E sicurezza continuerà ad essere la parola d’ordine delle azioni che metteremo in campo in futuro».

L’assessore Baldelli ha inoltre rimarcato che «la pioggia di contributi è stata assegnata con bandi nella massima trasparenza, in maniera capillare su tutto il territorio regionale e diffusa a tantissimi Comuni, ben 139 sono infatti complessivamente i beneficiari. Un’azione a sostegno dei Comuni mai elaborata prima - ha concluso Baldelli - Gli 11 milioni assegnati dalla Regione attiveranno altre risorse, creando un indotto di oltre 19 milioni».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA