Non era in regola con il permesso di soggiorno e aveva più di mezzo etto di cocaina: un giovane nei guai

Non era in regola con il permesso di soggiorno e più di mezzo etto di cocaina: un giovane nei guai
Non era in regola con il permesso di soggiorno e più di mezzo etto di cocaina: un giovane nei guai
2 Minuti di Lettura
Lunedì 16 Maggio 2022, 12:52 - Ultimo aggiornamento: 13:16

ANCONA - Continuano i servizi dedicati al contrasto della diffusione di sostanze stupefacenti ed in particolare allo spaccio su strada, come sollecitato dal Prefetto di Ancona in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Nello scorso finesettimana i poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Ancona hanno tratto in arresto un giovane cittadino albanese, non in regola con le norme che disciplinano il soggiorno.

L’uomo, arrivato sul territorio nazionale poche settimane fa, è stato sottoposto ad una perquisizione dagli agenti della Polizia, che gli hanno trovato oltre mezzo etto di cocaina, sostanza da taglio e attrezzi atti al confezionamento e allo spaccio della droga.

Aveva trovato un alloggio di fortuna in una vecchia cantina e, per capire dove dimorasse, i poliziotti hanno dovuto affrontare non poche difficoltà.

Durante la perquisizione gli agenti hanno dapprima rinvenuto circa 30 grammi di cocaina nascosti nell’alloggio e, successivamente, circa 20 grammi celati dentro lo sportello dell’autovettura in uso al giovane. Aveva ricavato un nascondiglio sotto la pulsantiera dell’alzacristallo dell’auto. Infatti, lo spacciatore era solito raggiungere gli acquirenti con l’autovettura in uso e cedere lo stupefacente che nascondeva sotto la pulsantiera. Dopo la breve sosta l’uomo riprendeva la sua corsa raggiungendo altri clienti con i quali si accordava precedentemente.

Oltre alla cocaina sono stati rinvenuti e sequestrati oltre 9000 euro in contanti ritenuto provento dell’attività delittuosa.

Visti i gravi indizi di colpevolezza, su disposizione della Pubblico Ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Ancona, il giovane spacciatore veniva collocato in carcere a Montacuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA