Polizia locale, l'assessore Zinni vede i sindacati: «Venerdì e sabato servizio di notte»

Polizia locale, l'assessore Zinni vede i sindacati: «Venerdì e sabato servizio di notte»
Polizia locale, l'assessore Zinni vede i sindacati: «Venerdì e sabato servizio di notte»
3 Minuti di Lettura
Martedì 27 Giugno 2023, 02:00 - Ultimo aggiornamento: 13:56

ANCONA La riorganizzazione del corpo della polizia locale al centro del confronto che si è svolto ieri mattina tra il vicesindaco e assessore con delega ad hoc, Giovanni Zinni, e i referenti delle tre sigle sindacali. Sul tavolo l’estensione dell’orario di servizio alle ore serali, fortemente caldeggiato da prefetto e questore. All’orizzonte un test concentrato nelle due giornate clou del fine settimana: venerdì e sabato.


Le criticità 


L’assessore si è espresso favorevolmente rispetto al «modello organizzativo – ha affermato – che prevede anche l’obiettivo strategico di medio termine di prevedere sistemi di perlustrazione h24».

Punto sul quale i referenti sindacali hanno, però, espresso qualche perplessità dovuta ad una delle maggiori criticità: «Con le risorse attuali è difficilissimo - ha replicato Fabio Paladini, della Rsu e segreteria Uil Fpl -, tra ferie estive e mancanza di personale la coperta è davvero troppo corta». Dal punto di vista dell’assessore Zinni, un capoluogo di regione non può prescindere da una servizio sul territorio organizzato anche in orario notturno.

«Noi non diciamo di no - precisa Paladini -, ma va attuato con la tempistica dovuta». Il nodo, infatti, è quello dell’incremento di organico, senza il quale il corpo di polizia locale si trova in difficoltà a gestire già l’ordinario. Attualmente sono in servizio 85 unità. «Dobbiamo riportarle ad oltre 100 - ha ribadito Luca Talevi, segretario regionale Cisl Fp Marche -, su questo verrà fissato un incontro apposito per discutere del problema delle assunzioni e dei nuovi bandi». La legge regionale, infatti, prevede che il numero di agenti di polizia locale sia di 1 ogni mille abitanti. Ed entro la fine dell’anno sono previsti 4 pensionamenti, quindi un ulteriore aggravio della situazione.


Cambio al vertice 


Nel frattempo il comando della polizia locale di Ancona è in attesa dell’insediamento del comandante Mssimo Olivieri, già capo della Polizia Scientifica di Marche e Abruzzo, che subentrerà a Liliana Rovaldi. «Il nuovo comandante avrà il compito di riunire il comando - auspica Simone Morbidoni, segretario provinciale Fp Cgil - che è stato spaccato dalla precedente gestione. Una volta il comando di Ancona era un’eccellenza, in tanti volevano prestare servizio qui. Ora non più».

«La precedente amministrazione comunale aveva dato determinati indirizzi di tipo politico - lamenta Paladini - puntualmente svolti dalla precedente dirigenza. Come la presenza sul territorio di certi servizi piuttosto che altri, andando a penalizzare alcune sezioni». Ad esempio: « I controlli ambientali edilizi - spiega - a favore di una presenza davanti alle scuole». Che secondo l’impronta della nuova amministrazione dovrà essere svolta dalle associazioni di volontari. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA