Maxi bollette per lo sport, il Comune aiuta i gestori: «Ma dovrete risparmiare»

Maxi bollette per lo sport, il Comune aiuta i gestori: «Ma dovrete risparmiare»
Maxi bollette per lo sport, il Comune aiuta i gestori: «Ma dovrete risparmiare»
di Andrea Maccarone
4 Minuti di Lettura
Giovedì 1 Settembre 2022, 02:50

ANCONA -  Il Comune tende la mano ai gestori degli impianti sportivi. Sì al contributo per far fronte al pagamento delle superbollette. Nella giornata di ieri il sindaco Valeria Mancinelli, insieme agli assessori Ida Simonella (Bilancio) e Andrea Guiodotti (Sport), ha ricevuto a Palazzo del Popolo tutte le società che gestiscono in concessione gli impianti sportivi comunali della città per definire le strategie da mettere in campo a fronte alle bollette choc degli ultimi mesi. 


Le azioni 
Tre in particolare le azioni individuate dall’amministrazione comunale: un contributo di gestione straordinario per sostenere l’intero sistema sportivo cittadino, massimo concentramento delle attività per limitare i consumi energetici e utilizzo virtuoso e consapevole delle risorse energetiche, da parte dell’utenza, all’interno di ogni singola struttura. Ma quello che più sta a cuore ai gestori è senza dubbio il contributo che andrebbe ad arginare l’impatto del cosiddetto delta, ovvero il differenziale per ciascuna utenza rispetto all’anno scorso. E si parla di cifre che metterebbero in seria difficoltà le singole società.

«Per noi vuol dire 130mila euro tra luce e riscaldamento» afferma Igor Pace, consigliere della Co.ge.pi consorzio che gestisce la piscina del Passetto. «Solo di gas quest’anno abbiamo speso intorno ai 130mila euro - afferma Roberto Gabucci, coordinatore del Consorzo Ancona per lo Sport che ha in capo la gestione del Palaprometeo - contro i 50mila dell’anno scorso». Conti alla mano: il delta si aggira sui 70mila euro. 


La scheda 

Punto primo: i gestori dovranno consegnare agli uffici comunali entro il weekend una scheda di rilevazione che servirà a definire la variazione totale della spesa energetica tra gli anni 2021 e 2022. «Intendiamo quantificare gli scostamenti nella spesa per reperire, compatibilmente con il bilancio, le risorse per supportare le società in questo momento così difficile» ha assicurato il sindaco Mancinelli. In particolare l’amministrazione comunale ha individuato «alcune leve sulle quali agire per dare concretezza a questo intento» ha specificato il primo cittadino. Nel dettaglio: l’amministrazione Comunale si impegna a compiere un’azione di accompagnamento e di mediazione nei confronti delle società fornitrici di energia, affinché queste ultime concedano una rateizzazione dei pagamenti dovuti. «Il contributo – ha spiegato l’assessore Simonella – sarà parametrato sul delta relativo all’anno 2022 compatibilmente con la disponibilità finanziaria dell’Ente. Per motivi tecnici legati all’equilibrio di bilancio sarà rateizzato su due annualità, ma, per agevolare al massimo le società, sarà di fatto erogato nell’arco di pochi mesi». 


Le superbollette 
Intanto le società di gestione mettono mano alle carte per fare luce sugli sforzi che dovranno essere fatti al fine di garantire il prosieguo delle attività sportive. «A luglio ci è arrivata una bolletta della luce di 1.800 euro, con l’impianto quasi spento» fa sapere Bruno Bilò, direttore sportivo della Nuova Pallavolo Collemarino. «Tra gennaio e marzo di quest’anno sono arrivate bollette di quasi 5mila euro al mese solo per quanto riguarda il gas - spiega Remo Raggetti, segretario della Nuova Folgore che gestisce il campo sportivo di Vallemiano - un aumento del doppio rispetto al 2021».

© RIPRODUZIONE RISERVATA