Ancona, la cura dell’asfalto con altri 5 milioni. Dalle frazioni al centro sono 38 le strade coinvolte nella riqualificazione

Venerdì 27 Maggio 2022 di Massimiliano Petrilli
I lavori di asfaltatura in centro ad Ancona

ANCONA - Dalle frazioni al centro scatta la nuova cura dell’asfalto. Tre lotti di lavori per strade sono già stati avviati, mentre per il quarto l’appalto è stato consegnato alla ditta che si è aggiudicata il bando. Un intervento complessivo da 3,3 milioni per 38 strade mentre la Giunta ha già delineato i primi due blocchi di 5 strade su cui intervenire con un budget di ulteriori 1,8 milioni.

 

Conti alla mano, considerando gli investimenti già compiuti e quelli programmati e/o da mettere in cantiere, schizzerà a oltre 30 milioni di euro la maxi spesa per gli asfalti sostenuta dalla giunta Mancinelli nell’arco degli ultimi 7 anni.


L’elenco
L’elenco dei lavori stradali (al capitolo “nuove opere”) è stato inserito nel Rendiconto della gestione 2021 portato all’attenzione del consiglio comunale (che ha approvato l’atto) dall’assessore al Bilancio Ida Simonella. L’atto «fotografa anche tante scelte fatte: nello specifico l’elenco dei mutui presi per i lavori sulle strade. Quando si prende un mutuo significa che le progettazioni tecniche sono state già realizzate e si passa agli appalti». Gli appalti già avviati interessano il lotto 3 dove sono incluse le vie della Ricostruzione, Montale, Di Vittorio, strada Galligano-sp4, strada Vecchia Pietralacroce, strada Montesicuro-Aspio (parte) e quella Candia-Bolignano e Maggini (lavori già eseguiti). In agenda ci sono poi i lavori del lotto 1 per altri 900mila euro per quel che riguarda le vie De Bosis, Friuli, Maestri del lavoro, Petrarca, Tavernelle, Saba, Ungaretti, Veneto, Verga, Volta, della Pergola, Scrima, Jesi, Pesaro, Zuccarini e Torresi. Il lotto 2 con un investimento di ulteriori 900mila euro riguarda invece via Isonzo, strada Vecchia del Pinocchio e Primo Maggio. Ai nastri di partenza, visto che i lavori da 600mila euro sono già stati cosnegnati all’impresa, anche il lotto 4 che prevede la sistemazione dell’asfalto per quel che riguarda corso Mazzini, via Castelfidardo, piazza Stamira, via Calatafimi, via Elia, Largo Curiel, via Montesanto e i tratti più malridotti delle vie Lambro, via Piave, via Cameranense e del Castellano, che si è deciso di sistemare trattandosi anche di un importante collegamento tra la città e la riviera del Conero. 


L’agenda
Nei giorni scorsi inoltre la Giunta ha approvato i primi lotti della programmazione 2022, passo indispensabile per poi accedere ai mutui e avviare le procedure di gara. Il lotto 1 con un budget di 900mila euro interesserà le vie Conca e Colombo, sottoposte ogni giorno al passaggio di migliaia di auto, camion e bus. Il lotto 2 dal valore di 900mila euro interesserà invece la Baraccola e in particolare un’ulteriore porzione di via Primo maggio (parte), le vie Scataglini e Schiavoni. «Accanto alle grandi opere di riqualificazione per le quali abbiano cercato di intercettare fondi ovunque - sottolinea l’assessore al Bilancio, Ida Simonella - continua il cospicuo intervento sulla priorità delle strade. Un settore dove non abbiamo mai smesso di investire anche a costo di una maggiore esposizione finanziaria compatibilmente con gli equilibri di bilancio». «Il criterio nella scelta delle strade dove intervenire - aveva sottolineato nelle settimane scorse Paolo Manarini, assessore ai Lavori pubblici - è sempre il solito: si fa un’analisi seria delle manutenzioni da compiere, calibrata sulle effettive esigenze delle arterie stradali. Si interviene non a macchia di leopardo, ma per tratti funzionali, selezionando le strade più ammalorate e soggette a flussi di traffico maggiori».

© RIPRODUZIONE RISERVATA