Per l’Inrca 5 nuovi medici (2 chirurghi e 3 pneumologi). E intanto oggi si misura la pressione

Martedì 17 Maggio 2022
Per l Inrca 5 nuovi medici (2 chirurghi e 3 pneumologi). E intanto oggi si misura la pressione

ANCONA - L’Inrca dà il benvenuto a 5 giovani medici, 2 chirurghi e 3 pneumologi che andranno a ricomporre l’organico dei 2 reparti, in particolare al presidio di Osimo. Si tratta dei pneumologi Giacomo Spurio Vennarucci e Martina Grilli, i quali avevano avuto già precedenti collaborazioni con il reparto di Pneumologia dell’ospedale di Torrette.

 

Si aggiunge Alessandro Patrizi, prima con un contratto a tempo determinato ed ora assunto a tempo indeterminato. Per ciò che concerne i 2 chirurghi, si tratta di specializzandi al 5° anno di Chirurgia Generale: Angelica Reggiani ed Alice Aggiusti, arruolate grazie al protocollo di intesa tra Inrca e Università Politecnica delle Marche, nell’ambito del piano di assunzione già autorizzato dalla Regione.

«Si realizza così - si legge in una nota dell’Inrca - una sempre maggiore integrazione tra attività di assistenza, didattica e ricerca finalizzate alla tutela della salute della collettività ed allo sviluppo dei bisogni della popolazione». Intanto oggi verrà allestita una postazione per la misurazione della pressione. «L’ipertensione arteriosa è una condizione molto diffusa caratterizzata da valori di pressione da 140 e/o 90 mmHg in su, condizione che spesso non dà alcun sintomo ma che se non trattata adeguatamente conduce inesorabilmente a morte prematura e disabilità. È infatti la prima causa di ictus cerebrale e di malattie cardiovascolari tra cui l’infarto, lo scompenso cardiaco e la fibrillazione atriale».

Oggi si celebra la giornata mondiale contro l’ipertensione arteriosa e il Centro Ipertensione di riferimento per la regione Marche (www.ipertensione.marche.it), nonché Centro di Eccellenza Europeo che fa parte della Clinica Medica e Geriatrica dell’Univpm (direttore Prof. Riccardo Sarzani) organizza una postazione per la misurazione della pressione all’Inrca. La popolazione potrà avere un confronto gratuito con esperti del Centro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA