Coldiretti e Croce Gialla in campo: operazione solidarietà con i pacchi alimentari per 15 famiglie anconetane in difficoltà

Mercoledì 31 Marzo 2021
Coldiretti e Croce Gialla Ancona in campo: operazione solidarietà con i pacchi alimentari per 15 famiglie anconetane in difficoltà

ANCONA  - Ha preso il via la consegna dei pacchi della solidarietà a quindici famiglie anconetane bisognose. Una iniziativa decollata  grazie alla proficua collaborazione tra Coldiretti Ancona e Croce Gialla Ancona nell’ambito dell’iniziativa nazionale promossa dall’organizzazione dei coltivatori, Filiera Italia e Campagna Amica e la partecipazione delle più rilevanti realtà economiche e sociali italiane.

Le famiglie, indicate dall’ufficio Politiche Sociali del Comune di Ancona, riceveranno un pacco con oltre 50 chili con prodotti 100% Made in Italy come pasta e riso, Parmigiano Reggiano e Grana Padano, biscotti, sughi, salsa di pomodoro, tonno sott’olio, dolci e colombe pasquali, stinchi, cotechini e prosciutti, carne, latte, panna da cucina, zucchero, olio extra vergine di oliva, legumi e formaggi fra caciotte e pecorino.

“Dall’inizio della pandemia gli agricoltori si sono mobilitati per garantire l'approvvigionamento alimentare e per sostenere le famiglie in difficoltà  - commenta Maria Letizia Gardoni, presidente di Coldiretti Marche - Con la Spesa sospesa e i pacchi della solidarietà, abbiamo consegnato nella sola provincia di Ancona oltre 10mila chili di prodotti tipici Made in Italy, a chilometro zero e di altissima qualità.

Un segno tangibile della solidarietà della filiera agroalimentare italiana attenta alle fasce più deboli della popolazione e colpite dalle difficoltà economiche”. L’iniziativa di Pasqua è stata resa possibile dalla partecipazione di: Conad, Bonifiche Ferraresi, Philip Morris, Eni, Snam, Intesa San Paolo, Generali, De Cecco, Cattolica Assicurazioni Grana Padano, Barilla, Enel, Confapi, Fondazione Tim, Inalca, De Rica, Pomì, Casillo Group, Mutti, Banca Monte dei Paschi di Siena, Granarolo, Coprob, Virgilio, Parmigiano Reggiano, Casa Modena, Ismea, Fondazione Osservatorio Agromafie, Crea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA