Cade dal letto, la trovano morta. Una 61enne stroncata da infarto, l’anziana madre aveva allertato i soccorsi

Martedì 17 Maggio 2022 di Claudio Comirato
L'ambulanza della Croce Gialla di Ancona e i vigili del fuoco

ANCONA - Intervengono in un appartamento per rimettere a letto una donna di 61 anni ma la trovano priva di vita. Dramma nel pomeriggio di ieri nella zona del Pincio dove i Vigili del Fuoco e un mezzo della Croce Gialla di Ancona sono intervenuti in un appartamento per una anziana madre che aveva chiamato per rimettere a letto la figlia 61enne caduta dal letto. La donna soffriva infatti di obesità.

 

Ad allertare il 112 era stata proprio l’anziana che aveva notato la figlia caduta dal letto e stesa sul pavimento della camera che non riusciva a muoversi a causa del peso eccessivo. Un racconto piuttosto dettagliato che ha spinto gli operatori della centrale del 118 ad allertare sia il personale sanitario che i vigili del fuoco in quanto il peso della donna avrebbe richiesto tante braccia per rimetterla a letto da dove era caduta qualche minuto prima, Una volta sul posto, quello che doveva essere un normale servizio di assistenza si è trasformato in una tragedia sia per il personale della Croce Giallache per gli stessi vigili del fuoco. La donna trovata in terra infatti era in arresto cardiaco e priva di sensi. Nonostante la presenza del personale dell’automedica, non c’è stato verso di salvare la vita alla donna. I soccorritori hanno tentato di tutto pur di far ripartire il suo cuore con una rianimazione cardio polmonare andata avanti per oltre 30 minuti fino a che non è stato dichiarato il decesso. Nel dolore l’anziana madre sostenuta dagli stessi soccorritori: non subito si è resa conto delle reali condizioni di salute della figlia, stroncata da una improvvisa crisi cardiaca che non le ha dato scampo. La caduta dal letto forse è riconducibile ad un gesto disperato della donna nel richiamare l’attenzione dell’anziana madre proprio nel momento in cui è stata colta dal malore. Un dramma che ha colpito vigili del fuoco e personale sanitario che nonostante il gran prodigarsi non è riuscito ad evitare il peggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA